William Fowler Collins – Perdition Hill Radio

William Fowler Collins – 'Perdition Radio Hill' (2009)

Rossi bagliori. Ladri di tombe. Buie strade di campagna. Sentieri irti di fantasmi. L’immaginario distopico di William Fowler Collins offre all’ascoltatore quei suoni apocalittici di una notte senza fine in New Mexico. O l’alternativa colonna sonora di spazi desertici, territorio di corvi che circondano scheletri ormai anonimi e lucertole dai colori vivaci abitanti di tetri nascondigli. Addentrarsi all’interno delle trame oscure di “Perdition Hill Radio” (2009), una release Type, può rivelarsi un’esperienza sorprendente. Un po’ come intercettare una trasmissione a onde corte proveniente dall’aldilà o, magari, assistere all’invocazione delle anime di un’America perduta. Un non luogo di bordoni e registrazioni sul campo. Il grandioso dark ambient di Albuquerque.