Tim Hecker – Konoyo

Tim Hecker – 'Konoyo' (2018)

Il nono album di Tim Hecker è stato registrato in parte presso il tempio buddista Kanzouin di Jiunzan Mandala, alle porte di Tokyo, dove ha lavorato con il complesso gagaku Tokyo Gakuso. I membri dell’ensemble sono stati ‘diretti’ dal canadese mentre improvvisavano su alcuni suoi spunti, a cui ha partecipato con sequencer e sintetizzatori. Pubblicato da Kranky, “Konoyo” (2018), ‘questo mondo’ o ‘questa vita’ in giapponese, è la prima parte del dittico completato da “Anoyo” (2019), ovvero ‘l’altro mondo’, cioè la morte. Un progetto più intimo e meno immediato rispetto ad alcuni illustri predecessori, a tratti incerto in termini di resa sonora e ansioso sul piano del mood. Ogni volta che una melodia inizia a brillare di luce propria, l’artista la sminuisce. Se un brano tende a gonfiarsi, lo stesso ne limita l’esplosione finale. Il rinnovamento di un consolidato approccio compositivo riflette così una differente visione in note.

Acquista “Konoyo”