The Reflektor – Las Ruinas Mayas

The Reflektor – 'Las Ruinas Mayas' (2013)

Gabriel Reyes-Whittaker, già noto come The Abstract Eye, debutta sulla Wild Oats di Kyle Hall con un 12” dedicato alla civiltà che s’insediò nei territori della c.d. Mesoamerica oltre duemila anni fa e il cui calendario era destinato a concludersi il 21 dicembre 2012: gli antichi Maya. Le quattro tracce di The Reflektor celebrano in note differenti luoghi simbolo della spiritualità di quella gloriosa stirpe annientata dai conquistadores. Palenque una sorta di tributo ai Kraftwerk. Placide El Mirador e Tulum. Scalciante Chichen Itza. “Las Ruinas Mayas” (2013) diviene così un piccolo compendio di elettronica vintage con inserti hip hop per esorcizzare al meglio la fine del mondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.