Stelvio Cipriani – La Notte Dell’Ultimo Giorno / Processo Per Direttissima

Stelvio Cipriani – 'La Notte Dell'Ultimo Giorno : Processo Per Direttissima (Original Motion Picture Soundtracks)' (2020)

In “La Notte Dell’Ultimo Giorno” (1973), Beppe (Tony Kendall) è un regista in procinto di realizzare un film contro la società dei consumi e il ‘sistema’. Per raggiungere lo scopo, subisce i ricatti del produttore Giorgio (Enrico Maria Salerno) e pone fine alla sua relazione con Francesca (Marina Malfatti), già impegnata con Sandro (Corrado Pani), scrittore in crisi. Il suo suicidio sconvolge Beppe: uccide sia Giorgio che Francesca e, rifugiatosi in un teatro di posa, si lascia massacrare dai poliziotti. In “Processo Per Direttissima” (1974), la polizia arresta Stefano (Michele Placido), militante in un gruppo della sinistra extraparlamentare, dopo un atto terroristico a un treno. Il giovane muore, però, dietro le sbarre in circostanze oscure. La giornalista Cristina (Ira Fürstenberg), con l’aiuto della sorella di Stefano, aggira l’omertà del brigadiere Pendicò (Adalberto Maria Merli) e dei colleghi, accusandoli senza avere le prove. Ne deriva un processo per diffamazione, durante il quale l’avvocato Finaldi (Gabriele Ferzetti) scopre la verità.

Descrizione

Una coppia di lungometraggi drammatici e, forse, sottovalutati. Entrambi da riscoprire per più di un motivo. Il primo, diretto dall’ex montatore e sceneggiatore Adimaro Sala, evidenzia la crisi interiore che, spesso, attanaglia quei cineasti indipendenti che faticano a esprimersi sul fronte artistico perché in conflitto anche con le esigenze commerciali dei produttori. Una condizione che, letteralmente, esplode, disperdendo l’energia accumulata in precedenza tra riflessioni e incubi. Il secondo, affidato alla cinepresa di Lucio De Caro, è ispirato al caso di Giuseppe Pinelli, l’anarchico precipitato da una finestra della questura di Milano trattenuto per accertamenti dopo la strage di piazza Fontana, e all’attentato dinamitardo del treno Italicus, per cui furono incriminati come esecutori alcuni neofascisti. Una rilettura ‘a caldo’ di eventi tragici, mediante flashback e accenni alle cronache di allora, per un curioso ibrido tra film di denuncia e legal thriller.

Musica

Le due opere sono sottolineate dalle musiche di Stelvio Cipriani, incluse nel cd “La Notte Dell’Ultimo Giorno / Processo Per Direttissima (Original Motion Picture Soundtracks)” (2020), edito da Quartet Records. Le note di tromba, sassofono e pianoforte costituiscono l’asse portante de La Notte Dell’Ultimo Giorno (Preludio), tema ripreso e variato, ad esempio, in chiave funk, La Notte Dell’Ultimo Giorno (Titoli), atmosferica, La Notte Dell’Ultimo Giorno (Come In Un Sogno), bossa nova, La Notte Dell’Ultimo Giorno (Esotica Erotica). Lo stesso, per sola tromba, costituisce un segmento del jazz La Notte Dell’Ultimo Giorno (Radio). Il secondo commento si pone sulla medesima falsariga, presentando una traccia easy listening per clavicembalo, con archi e fiati sullo sfondo, Processo Per Direttissima (Titoli), con annesse variazioni, affiancata da sonorità evasive, funeree, malinconiche, marziali e persino percussive, ideali per erotici o poliziotteschi.

Acquista “La Notte Dell’Ultimo Giorno / Processo Per Direttissima”