Stelvio Cipriani – Il Fiume Del Grande Caimano

Stelvio Cipriani – 'Il Fiume Del Grande Caimano (Colonna Sonora Originale)' (2014)

Il trittico di pellicole ‘avventurose’ composto da “La Montagna Del Dio Cannibale” (1978), “L’Isola Degli Uomini Pesce” (1979) e “Il Fiume Del Grande Caimano” (1979) conclude in bellezza il primo decennio dietro la cinepresa e gli anni Settanta del ‘virtuoso’ Sergio Martino, tra i migliori registi del cinema di genere tricolore. Dai cannibali in Nuova Guinea agli ibridi genetici, senza dimenticare il mostruoso rettile meccanico, il passo è stato breve. Coinvolgere e stupire lo spettatore con nuove idee, oltre il giallo-thriller, il poliziottesco e la commedia, supportate da effetti speciali talvolta ai limiti dell’artigianale, una prerogativa per un abile cineasta. Nonostante una sceneggiatura discutibile, al netto dell’accattivante scenario tropicale, “Il Fiume Del Grande Caimano” è un beast movie con un buon ritmo e una sottesa vena anti-capitalista. L’invasione delle terre, vite e culture altrui può rivelarsi dannosa e la natura quanto mai selvaggia.

L’industriale Joshua (Mel Ferrer) è intenzionato a costruire un moderno complesso turistico su un’isola tropicale. Gli indigeni, inizialmente pacifici e accoglienti, temono che l’arrivo degli stranieri possa risvegliare la loro divinità, un gigantesco caimano. Alcune strane morti, la prima a cadere è la fotomodella Sheena (Geneviève Hutton), mutano il loro atteggiamento. Nonostante ciò, i turisti aumentano di numero, attratti dalle bellezze locali, causando una certa preoccupazione in Alice (Barbara Bach), assistente del facoltoso uomo d’affari, e nel fotoreporter Daniel (Claudio Cassinelli), sul posto per un servizio fotografico. Un’eventuale fuga di notizie circa il vorace animale seminerebbe il panico tra i clienti. Il loro monito è, però, inascoltato e la tribù cerca di assicurarsi la protezione del loro dio trucidando clienti in segno di vendetta e catturando Alice, pronta al sacrificio per placare l’ira del sacro caimano, che continua a cibarsi di visitatori.

Lo score de “Il Fiume Del Grande Caimano (Colonna Sonora Originale)” (2014), tra le prime release dell’etichetta tedesca Stella Edizioni Musicali, è uno splendido spaccato del sound di Stelvio Cipriani, con brani declinati in chiave afrobeat, bossa e disco. All’introduzione di The Great Alligator Theme, marcata dall’uso della spinetta, segue, infatti, prima la vivace Alligator Dance con i fiati in primo piano e, poi, la ritmata Rites Percussion Theme, che fa leva anche su un centellinato ricorso del sintetizzatore, lo strumento principale delle minacciose Underwater Fear, Alligator Attack, Ready To Attack e Underwater Mood. Basso e chitarra concorrono all’atmosfera di angoscia strisciante generata dalle brevi ma intense Slow Suspense, Night Touch, Alligator Dance Suspense e Underwater Search, il cui climax finale è raggiunto nel corso di Alligator Terror. Soft Love Theme, invece, la ‘classica’ traccia intrisa di melodia ed esotismo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.