Route 8 – Come Home

Route 8 – 'Come Home' (2018)

La cinquantesima release della Lobster Theremin non celebra solo il traguardo raggiunto dall’etichetta di Jimmy Asquith, ma anche il percorso a tappe di Gergely Szilveszter Horváth. L’ungherese è stato tra i fautori della rapida affermazione della label, con un trittico di singoli – “Dry Thoughts” (2014), “Cruising” (2015) e “This Raw Feeling” (2015) – presenti nelle vinyl bag e nelle wantlist di migliaia di appassionati, a cui sono seguite numerose esibizioni in giro per il mondo. Non a caso, “Come Home” (2018), un titolo ad hoc, segna anche il ritorno del monicker Route 8. I brani del 12”, ristampato in giallo dodici mesi dopo, riprendono i connotati di alcuni stili che hanno contraddistinto alcune scene house. In primis, quella ‘classica’ di Chicago, rappresentata da un’energetica title-track. Strizzare l’occhio allo scintillante french touch, in occasione FunFun, è un istante. Se Turning Point recupera, invece, una certa atmosfera balearica, From The Valley rappresenta l’anello di congiunzione tra passato, presente e futuro.