Pino Donaggio – The Sect

Pino Donaggio – 'The Sect' (2019)

Negli anni Settanta, la ‘setta dei senza volto’, capeggiata dal Damon (Tomas Arana) semina il panico negli Stati Uniti, compiendo efferati delitti a sfondo satanico. Le sue vittime sono, infatti, private del proprio volto. Vent’anni dopo, la setta cerca una donna che partorisca l’Anticristo. La scelta ricade su Miriam (Kelly Curtis), un’insegnante di Francoforte che, a sua insaputa, investe un misterioso anziano, Moebius (Herbert Lom), al vertice della setta. L’uomo si rifiuta di recarsi in ospedale, ma riceve le cure di Miriam, La donna decide di ospitarlo presso la sua isolata casa di campagna. Qui, durante la notte, il vecchio apre un pacchetto, rivelando un insetto preistorico ancora vivo che, depositato sul volto della donna, entra in una sua narice. Comincia così per Miriam un incubo vivido e reale da valicare i confini del sogno, trasformando il suo tranquillo mondo, con annessa cantina di cui non sospetta l’esistenza, in un vortice di atrocità.

Descrizione

Allucinante, macabro, psichedelico. L’ultimo dei grandi horror del periodo aureo del cinema di genere tricolore. “La Setta” (1991) è il terzo lungometraggio di Michele Soavi, reduce dall’esperienza in Ungheria per “La Chiesa” (1989) e prossimo a ‘trasportare’ sul grande schermo il personaggio di Dylan Dog in “Dellamorte Dellamore” (1994). Un film demoniaco e onirico, ispirato da illustri colleghi del passato e del presente, sceneggiato da Dario Argento e prodotto dallo stesso., forte di un certo eclettismo stilistico e di una componente visionaria. Un progetto, purtroppo, sottovalutato dalla critica a causa di un andamento talvolta frammentario, spesso bilanciato dalla lucidità e dalla naturalezza delle riprese, dal parco ricorso al sangue, dall’assenza di volgarità e, soprattutto, dall’efficacia nel creare nuove forme di tensione, complice l’importante contributo dell’effettista Sergio Stivaletti, già a lavoro per i cult “Demoni” (1985) e “Opera” (1987).

Musica

Suoni sospesi e vocalizzi in latino introducono il forbito commento ‘elettronico’ di Pino Donaggio. Mentre l’atmosfera misteriosa dell’opener La Setta evolve presto in un ritmo sincopato, la successiva Ansimando offre all’ascoltatore inquietanti note di tastiere ed ellittici effetti di sintetizzatori che costituiscono, inoltre, il corpo centrale della misteriosa Il Cuore Strappato. Le trame oniriche di Sogno sono, invece, fondate sul continuo dialogo tra chitarra acustica e violino. Metrò una scheggia impazzita. Il Mistero Del Pozzo un mistico solo d’organo. Eterea e profonda La Mente Di Miriam, ideale per proiettarsi a un passo dal baratro. La tracklist di “The Sect” (2019), una ristampa in vinile Death Waltz Recording Company, è completata dall’esecuzione pianistica Prelude To Candice di Keith Emerson e dalla ballate in bilico tra folk e rock The Heights Of Alma e Whistle These Old Blues, rispettivamente firmate dai cantautori Donovan e Ken Tobias.

Acquista la colonna sonora di “The Sect”