Piero Piccioni – Le Mani Sulla Città

Piero Piccioni – 'Le Mani Sulla Città (Colonna Sonora Originale)' (2016)

Edoardo Nottola (Rod Steiger), consigliere comunale di destra e direttore della società immobiliare Bellavista, ha intenzione di avviare un ambizioso progetto edilizio in un nuovo quartiere di Napoli. Il sindaco, anch’egli della medesima fazione politica, ottiene a tale scopo un contributo statale di trecento miliardi di lire. I giornali dell’opposizione denunciano, però, Edoardo Nottola quale responsabile di un incidente occorso in uno dei suoi cantieri in centro. Il crollo di un vecchio palazzo causa vari feriti e la reazione della sinistra che invoca la costituzione di una commissione d’inchiesta. Il politico confida che il comune dichiari pericolante l’intera zona, in modo da demolire gli altri edifici, specie se sarà nominato assessore. Il nulla di fatto lo induce a traghettare esponenti di destra all’interno della lista di centro in vista delle elezioni amministrative. La vittoria del ‘suo’ candidato Luigi De Angelis (Salvo Randone) favorirà il progetto edilizio a lungo atteso.

Descrizione

Una denuncia della speculazione immobiliare. Lo smascheramento di meccanismi che allineano diversi interessi economici. L’analisi di un fenomeno comune e diffuso. E, soprattutto, la breve e storia di una città in vendita, tra le fonti d’ispirazione di Francesco Rosi, già sfondo de “La Sfida” (1958) e, in seguito, di “Lucky Luciano” (1973) e “Cadaveri Eccellenti” (1976). Il lungometraggio “Le Mani Sulla Città” (1963), vincitore del Leone d’Oro al Festival di Venezia, è una sorta di thriller politico, fondato su un doppio assunto: fare politica significa addentrarsi all’interno di un settore in cui la morale tradizionale non ha valore, perché contano la corruzione e l’opportunismo. Ogni metodo è ammesso per conservare il potere, il cui esercizio, se praticato senza controllo, favorisce qualsiasi abuso e trasforma il cittadino in schiavo. I discorsi demagogici sono così funzionali a ottenere il consenso degli elettori in un sistema non democratico.

Musica

La ristampa in vinile de “Le Mani Sulla Città (Colonna Sonora Originale)” (2016), una release Dagored, l’occasione per ascoltare uno dei commenti più riusciti di Piero Piccioni, autore di un tema dark jazz quale Notte Di Rod, per basso, batteria e chitarra, ripreso in quattro occasioni simili, è espanso, invece, in chiave atmosferica nel corso di Notte Di Rod #5 mediante l’ausilio dell’organo. Il medesimo vibrante motivo costituisce l’ossatura e anche di Le Mani Sulla Città e versioni alternative in cui, ad esempio, subentrano il flauto, Le Mani Sulla Città #2, o gli ottoni, Le Mani Sulla Città #3. Superlativa Le Mani Sulla Città #3, la cui atmosfera compassata è, in realtà, colma di tensioni. Oltre la popolaresca Banda, esecuzione per complesso di strumenti a fiato e a percussione, il secondo asse portante dell’opera è costituto dall’accattivante Lounge Music e annesse forbite variazioni, tra cui spicca Lounge #6, dominata dall’organo.

Acquista la colonna sonora de “Le Mani Sulla Città”