Piero Piccioni – Le Altre

Piero Piccioni – 'Le Altre (Colonna Sonora Originale)' (2018)

Giovani, belle e felicemente omosessuali. Alessandra (Erna Schürer) e Flavia (Monica Strebel), due amiche ‘particolari’, decidono di avere un figlio per ravvivare o, forse, completare il loro particolare ménage. Non intendono, però, ricorrere né alla semplice adozione di un bambino né alla fredda inseminazione artificiale, preferendo affidarsi al ‘tradizionale’ rapporto naturale con un esponente del sesso opposto. Alessandra e Flavia iniziano così la ricerca di un ‘candidato’ dal quale farsi fecondare, sebbene la selezione dell’uomo ideale non sia affatto semplice. Tre tentativi falliscono con tre differenti partner. La loro figlia nasce soltanto grazie alla ‘cooperazione’ tra Flavia e un anonimo precettore di un circolo clericale: il lieto evento coincide, in controtendenza, con l’incrinarsi della loro relazione. Le mamme sono costrette ad affrontare lo scandalo sollevato da una loro incauta intervista e, in seguito, un reciproco mutamento affettivo.

Descrizione

“Le Altre” (1969) è un film erotico di Alex Fallay, regista iraniano, a lungo ritenuto uno pseudonimo di Renzo Maietto, fratello di Carlo Maietto, produttore sia dell’opera di sconvolgente attualità, con protagoniste due donne che si amano e decidono di avere un figlio, che de “Le Salamandre” (1969), film di Alberto Cavallone incentrato sulla ricerca del successo da parte di una fotomodella di colore, disposta ad avere un rapporto omosessuale con una collega bianca, senza però superare sia il problema razziale che una reale accettazione nell’ambiente. Il ritratto familiare della normale vita quotidiana di Alessandra e Flavia è convincente: la ricerca del fecondatore idoneo si conclude individuando quello più reazionario, salvo essere aggredite dai media. Niente sfondi esotici, zero interni borghesi, così come sono assenti il sangue e la droga: un progetto cinematografico che rappresenta un unicum nel filone saffico degli anni Sessanta.

Musica

La prima release in vinile de “Le Altre (Colonna Sonora Originale)” (2018), a cura dell’etichetta Spettro, segue di un lustro quella in doppio cd griffata Beat Records Company. Due chance per fare propria un’opera nascosta tra le pieghe della vasta discografia di Piero Piccioni. La tracklist, editata da Andrea Fabrizii, offre all’ascoltatore un’esperienza sonora parziale, seppur esaustiva, introdotta dai vocalizzi femminili de Le Altre (Seq. 2 – Titoli), con ottoni tirati a lucido, o maschili de Le Altre (Seq. 3), dominata dall’organo e dall’onnipresente sound emesso dai sonagli. L’atmosfera leggera e sognante è dilatata dalle ritmate bossa Le Altre (Seq. 29 – Titoli Alternativi #2), allineata a Le Altre (Seq. 20), e Le Altre (Seq. 9). Il trittico composto da Le Altre (Seq. 5), Le Altre (Seq. 17) e Le Altre (Seq. 21) offre, infine, all’ascoltatore il tradizionale, e altresì pregevole, jazz caro al compositore. Le Altre (Seq. 1 – Prologo) un ultimo brano di rara bellezza.

Acquista la colonna sonora de “Le Altre”