Philip Jeck – Iklectik

Philip Jeck – 'Iklectik' (2017)

Un brano suddiviso in quattro movimenti dai suggestivi elementi atmosferici con transizioni di field recording, ulteriori passaggi di tipo sinfonico e una manciata di oscure fonti sonore rielaborate per l’altrui piacere uditivo. Le materie prime di Philip Jeck sono frammenti sinistri e vibranti che si armonizzano in modo persino spontaneo canalizzato in un cd pubblicato dall’etichetta Touch. Un flusso viscoso scandito da sibili e scricchiolii, che sono quasi gli unici elementi ritmici di matrice sporadica all’interno degli sfondi di un affresco ininterrotto, sottratto al dominio della memoria sonora verso una dimensione impalpabile. L’obiettivo di “Iklectik” (2017) è l’oblio, l’abbandono ultimo in quella zona del cervello dove la percezione non si deposita, ma scompare come immagini nella nebbia.

Acquista “Iklectik”