Oddisee – The Odd Tape

Oddisee – 'The Odd Tape' (2016)

“Se hai freddo, una tazza di tè ti riscalda. Se sei depresso, ti rincuora. Se sei agitato, ti rilassa”. Il noto aforisma del primo ministro britannico William Gladstone è, però, suscettibile di una piccola modifica. Il tè non è, forse, l’unica bevanda per cominciare con il piede giusto la giornata. Il caffè o il cioccolato le due classiche alternative, ma Oddisee ha scelto di riempire la sua tazza con le note più colorate del funk, del jazz e del soul. Generi musicali che, per tradizione, sono espressione di un certo calore e, allo stesso tempo, sono in grado di distendere il corpo e rassicurare l’anima con una manciata di vibrazioni positive. La bianca e rotonda tazza sulla copertina di “The Odd Tape” (2016) un chiaro invito a fermarsi per appagare, forse, più di uno dei cinque sensi.

Attivo da oltre un decennio, e con svariate esperienze hip hop alle spalle, Amir Mohamed el Khalifa è uno dei nomi da tenere d’occhio all’interno della scena a stelle e strisce. “The Odd Tape” ne recupera le radici più profonde, aggrovigliate proprio a quei generi sopracitati, e prova a scandire con i suoi suoni l’arco di una delle sue giornate, dall’alba al tramonto. A volte, un rapper può, addirittura, fare a meno delle parole. A un’unica condizione, cioè avere la giusta base, in grado di comunicare a cuore aperto con l’ascoltatore di turno, emozionandolo battito dopo battito. Il successore di “The Good Fight” (2015) è un lavoro strumentale, pubblicato dalla Mello Music Group, e fa luce sulla creatività e, soprattutto, sul gusto del beatmaker ora di stanza a New York.

Nella lunga era del campionamento, vecchi e nuovi produttori hanno cercato di saccheggiare gli archivi della storia della musica, talvolta facendo un uso improprio di determinati sample. “The Odd Tape” sembra fondarsi su un tipico uso di beat e loop, ma bastano pochi istanti per comprendere la portata di un progetto basato su una strumentazione analogica, registrato dal vivo e che annovera la partecipazione di tre musicisti coordinati da Oddisee: Ralph Real alla tastiera, Jon Laine alla batteria e Dennis Turner al basso. I titoli dei dodici brani sono, poi, da leggere alla stregua di un elenco di azione da fare, a cominciare dallo svegliarsi al mattino con Alarmed. Le percussioni affatto invasive, la melodia convincente, il basso protagonista.

L’incipit di “The Odd Tape” mette, inoltre, in risalto una caratteristica comune a varie tracce: la presenza di una conclusione differente rispetto la loro parte centrale. Romantica Right Side Of The Bed, con il sassofono ad aggiungere un po’ di magia. Il risveglio di Oddisee è in slow motion. L’impressione di un ritorno al passato diviene dominante nell’intensa No Sugar No Cream, in odor di colazione. Fedele al suo titolo, Live From The Drawing Board è un brano dall’alto tasso di sperimentazione. Quattro eleganti minuti fusion. Non c’è tregua. L’attacco di The Breakthrough è immediato. In lontananza echi del Flying Lotus di “Until The Quiet Comes” (2012). Convincente anche On The Table, con la chitarra come strumento in più per ravvivare il ritmo.

Anche la pomposa Brea è da includere tra quei brani che possono trarre in inganno. Il suo incedere ellittico è il preludio a un esplosione a volume più alto. Born Before Yesterday strizza, invece, l’occhio alle produzioni rhythm and blues da classifica. Senza sbavature. Silver Lining alla stregua di un nostalgico esercizio di stile in loop. Out At Night mette da parte i toni soffusi, ma è la lussureggiante Long Way Home a destare maggiore interesse. Un frangente più emotivo, con il pianoforte al centro della composizione e la tromba sullo sfondo. La conclusione di “The Odd Tape” è affidata a Still Sleeping, l’ultima carezza sul far della notte. Una marcia sonnacchiosa destinata a evolversi in un’ode orchestrale. La giornata di Oddissee finisce qui. Tra archi e rullanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...