Mikis Theodorakis – Serpico

Mikis Theodorakis – 'Serpico (Original Music From The Soundtrack)' (2020)

New York, 1959. Frank Serpico (Al Pacino) entra nel New York City Police Department. L’italo-americano si rende presto conto della disonestà dei colleghi che intascano vere e proprie tangenti. La connivenza dei superiori con i criminali rende difficoltosa l’attività da poliziotto e complica anche la sua vita privata. I colleghi lo ‘invitano’ senza successo a richiedere almeno un ‘rimborso spese’. Frank Serpico è sempre più solo: si espone così in prima persona, raccontando l’intera vicenda al “New York Times”. Il sindaco della Grande Mela è costretto a nominare una commissione d’indagine. Un anno dopo, il giovane fa irruzione nell’appartamento di uno spacciatore, ma qualcosa va storto. I colleghi che lo affiancano non lo aiutano e Frank Serpico si ritrova con un proiettile che gli trapassa il volto. Dimesso dall’ospedale, denuncia la corruzione diffusa all’interno della polizia. Ottenuto il distintivo di detective, che ormai non ha più valore, si trasferisce in Svizzera.

Descrizione

“Serpico” (1973) è un classico del biopic poliziesco a stelle e strisce, ispirato dalla vera storia di un incorruttibile, solitario e incompreso poliziotto italo-americano in servizio dal 1959 al 1972, trascritta dal giornalista e scrittore Peter Maas in “Serpico: The Cop Who Defied The System” (1973), che ha costituito il soggetto del film diretto da Sidney Lumet, preferito a John G. Avildsen, a causa di divergenze con la produzione. L’uomo, fiero del suo lavoro, affrontò con coraggio e a viso aperto i superiori corrotti, rivelando quanto accadeva dentro e fuori i dipartimenti, dopo essere stato ghettizzato da colleghi diffidenti e aver subito intimidazioni e minacce. Il conseguente adattamento cinematografico a quattro mani – quello di Waldo Salt fu scartato dal regista perché ritenuto troppo lungo e Norman Wexler tagliò alcuni parti superficiali – fu persino meritevole di una candidatura al premio Oscar come miglior sceneggiatura non originale.

Musica

Anche la colonna sonora non ebbe una tranquilla gestazione. Il cineasta era intenzionato a non ricorrere ad alcuna musica, ma cedette alle pressioni di Dino De Laurentiis. Fu così ingaggiato Mikis Theodorakis, già attivista politico finito dietro le sbarre, prossimo al tour negli Stati Uniti. Il greco si limitò, però, a comporre la partitura, eseguita da un pianista e arrangiatore, Bob James, con altri turnisti. Il risultato finale, ristampato in vinile da Wewantsounds, è un mix di sonorità che dalla melodica sponda nord del Mediterraneo – è il caso di Theme From “Serpico”, con annsese riprese con variazioni quali Shoe Shop, Flashback, Laurie’s Fable ed End Title – raggiungono la forbita costa est del nuovo continente: è il caso del cool jazz di Honest Cop e Meeting In The Park. La tracklist di “Serpico (Original Music From The Soundtrack)” (2020) include, inoltre, la digressione notturna Alone In The Apartment e l’esplosiva On The Streets.

Acquista la colonna sonora di “Serpico”