Massimo Amato – Lost Sunsets

Massimo Amato – 'Lost Sunsets' (2019)

Come un trabucco al tramonto. Un non luogo, ‘sospeso’ tra passato e futuro, con il sole di fronte e il mare sotto i piedi. “Lost Sunsets” (2019), il terzo lavoro di Massimo Amato, è stato ‘costruito’ tra il 2007 e il 2010 e ha introiettato sia il calore delle acque che i colori mozzafiato dei panorami da cartolina. Dieci brani dal grande impatto emotivo, in cui le linee di demarcazione tra il sogno e la realtà, la notte e il giorno si assottigliano e, lentamente, si dissolvono, al pari dei vocalizzi di Imi Gavin in Intro – Time Capsule e Outro – The Red Carpet. La tromba di Massimo Berizzi durante la malinconica Dreaming Of You il preludio a un pregevole trittico di brani ambient, Lightwaves, Lost Sunsets e Nightflower. Dal pianoforte al sintetizzatore, anche Gigi Masin, in Folksong, concorre alla magia dell’album rilasciato dalla Pregnant Void. La chitarra di Mario Fob la protagonista in Blue Petals, ma l’incantesimo in note è ormai prossimo a infrangersi.