Mario Migliardi – Prega Il Morto E Ammazza Il Vivo

Mario Migliardi – 'Prega Il Morto E Ammazza Il Vivo (Original Motion Picture Soundtrack)' (2017)

Sei rapinatori, capeggiati dallo spietato Dan Hogan (Klaus Kinski), sono in fuga dopo una rapina in banca. I centomila dollari in lingotti d’oro sottratti sono affidati in custodia a una donna (Anna Zimmermann), alla quale è stato rapito il figlio per ricattarla. L’appuntamento per la consegna dei proventi è presso una remota stazione postale. L’obiettivo dei fuorilegge è raggiungere il Messico, ma hanno bisogno di una guida che li conduca attraverso la ‘via dello sciacallo’. Un misterioso avventuriero, John Webb (Paul Sullivan), si offre in sostituzione di quella designata, rinvenuta cadavere. Il giovane chiede per la sua collaborazione metà del bottino. Dan Hogan è costretto ad accettare le condizioni poste. In attesa dell’arrivo del carico, John Webb semina la discordia tra i banditi, provocando risse e uccisioni. Al culmine del viaggio nel deserto, la presunta guida vendica la propria famiglia trucidata da Dan Hogan e riconsegna la refurtiva.

Descrizione

“Prega Il Morto E Ammazza Il Vivo” (1971) è un curioso e paranoico film di Joseph Warren, meglio noto come Giuseppe Vari, incentrato sull’interazione tra personaggi che subiscono mutamenti d’animo e tensioni varie nel corso dell’evolvere della vicenda. Un western particolare, a tratti noir, probabile fonte d’ispirazione per la costruzione narrativa del capolavoro “The H8teful Eight” (2015) di Quentin Tarantino. L’esperto sceneggiatore Adriano Bolzoni, in seguito impegnato per “Fatevi Vivi: La Polizia Non Interverrà” (1974), è abile nel confezionare uno script originale, fuori dagli schemi del genere, senza cadute di tono, legando gli eventi con coesione. Il lungometraggio è divisibile in due tronconi: una prima parte di attesa con l’incontro o lo scontro tra protagonisti e antagonisti; una seconda parte, da road movie, ricca di sorprese. Singolari, come nel caso del precedente di “Matalo!” (1970) le musiche di Mario Migliardi.

Musica

Una sorprendente partitura conduce per mano l’ascoltatore all’interno degli attriti che derivano dai rapporti morbosi tra i vari personaggi. Le ritmiche ossessive e i rumorismi cari al compositore sono, però, mitigati dalle canzoni Who Is That Man? (Song) e I’m Not Your Pony (Song), segnate dall’armonica di Franco De Gemini, in stato di grazia, e dalla voce di Ann Collin. Un blues lento con il fischio di Alessandro Alessandroni. E una ballata pop per chitarra acustica. Due brani da riascoltare in versione strumentale, rispettivamente, per organo elettrico e per maracas. Il versante sperimentale di “Prega Il Morto E Ammazza Il Vivo (Original Motion Picture Soundtrack)” (2017), una release in cd Beat Records Company, è contraddistinto dalla drammatizzazione del leitmotiv per fiati e sonagli e da frammenti di suspense ‘orrorifica’. Note acute o gravi di archi e pianoforte, arpeggi effettati e accordi di chitarra elettrica. Distorta e, ovviamente, psichedelica.

Acquista la colonna sonora di “Prega Il Morto E Ammazza Il Vivo”