Mallard – Verte

Mallard – 'Verte' (2017)

Ambient, downtempo o leftfield. Lo stile non è affatto rilevante. Lo straordinario debutto di Mallard su Rhythm Section International ribadisce che, se il livello della proposta musicale è elevato, non importa essere esordienti o artisti ai limiti del faceless, non iscritti ad alcun social network. Micheal Shrimpling è soltanto uno studente di contrabbasso presso il Trinity College di Londra, con ovvi interessi sul fronte della musica elettronica: i cinque brani contenuti in “Verte” (2017) certificano una genuina passione per alcune sonorità che ne hanno caratterizzato il passato. Il loro recupero è graduale, a cominciare dalla placida Aquitaine (606 Lake Mix). Immobile la sabbia nella clessidra. Alla timida Surface è contrapposta la più agile Marco’s Mango, vicina anche al mood dell’etichetta britannica. Untitled (Breaks) il riscatto delle percussioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.