Lunar Lodge – Between Silver And God

Lunar Lodge – 'Between Silver And God' (2013)

Un progetto ambizioso, a più mani, dalla visione futurista e dagli intenti sperimentali. In una parola: Lunar Lodge. Il dj e produttore Luciano Lamanna l’unico membro in pianta stabile, con altri artisti dell’underground capitolino, a rotazione, pronti a offrire contribuiti sonori ad hoc. “Between Silver And God” (2013) è il primo 12” del vibrante ensemble spaziale, stampato per conto della Love Blast, etichetta giunta alla sua terza release nel giro di pochissimi mesi.

Tre tracce portatrici di oscurità, dal battito techno e dagli affatto insoliti echi acid costituiscono il risultato finale delle session condotte dal produttore calabro che, singolarmente, si è avvalso della collaborazione di Francesco D’Ammaro, Rawmance e Fabio Zanini. Ognuno di loro ha collaborato con Luciano Lamanna, maggiormente impegnato con le drum machine, sia alla stesura dei brani che in fase di registrazione, sull’ampio fronte dei sintetizzatori.

Il lato A è dominato dalla potente title-track. Trame sinistre, esplosioni sullo sfondo, ritmo costante. La tensione cala, però, con The Arrival. Il lato B mette in risalto la vena più malinconica del combo Lunar Lodge. Una sorta di tema utile per sonorizzare un vero allunaggio. Gravità zero. Non mancano, però, i colpi di coda con la jam finale intitolata Second Coming, dall’invidiabile bassline. Proficuo confronto tra vecchia e nuova scuola alle prese con miti e artwork alieni.