Luis Bacalov – Si Può Fare… Amigo

Luis Bacalov – 'Si Può Fare... Amigo (Original Motion Picture Soundtrack)' (2019)

Coburn (Bud Spencer) è un vagabondo che vive di espedienti. Nel corso del suo girovagare senza meta, a seguito dell’evasione dalla prigione in cui era rinchiuso per un furto di cavalli, Coburn assiste alla morte di un anziano nascosto dietro una roccia. L’uomo gli affida il nipote Chip (Renato Cestiè) e i documenti della sua proprietà. Il suo compito è tenere a freno la banda capeggiata da James (Luciano Catenacci) e il prete Franciscus (Francisco Rabal), intenzionati a impossessarsi del terreno ereditato da Chip, ricco di petrolio. Coburn deve fare i conti anche con il cinico pistolero Sonny (Jack Palance), sulle sue tracce per costringerlo a sposare la sorella Mary (Dany Saval), già sedotta e abbandonata, ma innamorata dell’avventuriero dal cuore grande. Nel frattempo, si moltiplicano sia le offerte di acquisto per la casa di Chip che gli assalti alla stessa: Coburn, con l’aiuto di Sonny, non cede né alle lusinghe né alle intimidazioni.

“Si Può Fare… Amigo” (1972) è un western a lieto fine, confezionato secondo i canoni del filone grottesco, con la regia di Maurizio Lucidi e un buon cast di attori, alcuni volutamente caricaturali, trainato dal ‘gigante buono’ Carlo Pedersoli che, in forma smagliante, copre persino qualche lentezza in termini di sceneggiatura. Un prodotto cinematografico nato in scia al successo de “Lo Chiamavano Trinità” (1970) e che rinnova anche il ruolo ‘paterno’ dell’attore, stavolta orfano del ‘fratello’ Terence Hill, pronto a difendere un biondo bambino, il cui interprete sarebbe divenuto il protagonista iconico di un poker di lacrima movie quali “L’Ultima Neve Di Primavera” (1973), “L’Albero Dalle Foglie Rosa” (1974), “Il Venditore di Palloncini” (1974) e “Bianchi Cavalli D’Agosto” (1975). Il rapporto tra Coburn e Chip diviene presto il nucleo di un film senza particolari guizzi, leggero e divertente, il cui target di pubblico era rappresentato dalle famiglie.

Di facile presa anche la colonna sonora di Luis Bacalov. “Si Può Fare… Amigo (Original Motion Picture Soundtrack)” (2019) ripropone una meravigliosa canzone pop come Can Be Done, con voce di Rocky Roberts, accompagnata da un coro infantile. Il tema è riproposto in versione strumentale, Can Be Done (Conclusione), e ripreso con l’orchestra, sia in chiave drammatica che epica, con chitarra elettrica solista e Franco De Gemini all’armonica: è il caso di Si Può Fare Amigo, Guai In Vista e Il Duello, con archi dissonanti ed effetti eco. Brani contrapposti al delicato motivo sentimentale espresso durante Il Villaggio Al Tramonto, Il Villaggio All’Alba e Amore Nel West. La tracklist dell’edizione in vinile della Digitmovies annovera, oltre la dolcissima Un Po’ Di Tenerezza, alcuni brani country contrassegnati dall’utilizzo di banjo, pianoforte e violini quali Festa Al Villaggio, Pianino, Pianino, Buffo Inseguimento e Valzer Al Saloon. Colori e suoni del West.