Luis Bacalov – Quién Sabe?

Luis Bacalov – 'Quién Sabe? (Original Motion Picture Sound-Track)' (1986)

Messico, 1917. Allettato da un compenso di centomila pesos, lo statunitense Bill Tate (Lou Castel) accetta l’incarico di uccidere, per ordine degli agenti governativi, il generale Elías (Jaime Fernández), a capo dei rivoluzionari. Per raggiungere la vittima, il sicario si unisce a Chuncho (Gian Maria Volonté) e alla sua banda di ribelli, assaltatori di treni militari e caserme per ottenere armi da vendere al generale Elías, che lo ha ribattezzato Niño. Raggiunto il nascondiglio del generale Elías, il giovane compie la sua missione dopo che il primo aveva accusato Chuncho di non aver impedito il massacro di San Miguel da parte dell’esercito regolare. La città era sguarnita e incapace di difendersi a causa della fame d’oro di Chunco. A sorpresa, Niño gli offre metà della taglia del militare. Il messicano è confuso, ma accetta l’offerta, insieme alla promessa di un’altra vita oltre il confine. Prima della partenza Chuncho, un bandito con ideali, ha un ripensamento.

Descrizione

Una storia di denaro e potere. “Quién Sabe?” (1966) è una domanda senza risposta. Un titolo interrogativo per una torbida vicenda legata a doppio filo all’imperialismo nordamericano e al ruolo dei servizi segreti in America Latina. Damiano Damiani, futuro occhio dietro la cinepresa per tre cult in un biennio quali “La Moglie Più Bella” (1970), “Confessione Di Un Commissario Di Polizia Al Procuratore Della Repubblica” (1971) e “L’Istruttoria È Chiusa: Dimentichi” (1971), rinnova in un colpo solo il western all’italiana, sempre più politico, attraversato da idee ascrivibili al marxismo, malgrado gli stilemi del genere siano tutti presenti. Personaggi brutti, sporchi, cattivi; cavalli, colpi di scena e pallottole a iosa; ironia ed epica di marca ispanica. Simboli, riferimenti, allegorie che non intralciano il divertimento un po’ goliardico di un film dichiaratamente sulla rivoluzione messicana, ambientata nel pieno della stessa. Anche la classe dei peoni va in paradiso.

Musica

La partitura composta da Luis Bacalov, pubblicata in vinile da General Music e Intermezzo, è introdotta dalla festosa Ya Me Voy, eseguita da Ramon Mereles. Dall’arpa alle trombe, fino alle chitarre e al bizzarro ritornello, la canzone è ripresa dall’arrembante Fiesta En San Miguel, che amplifica in parte la ‘componente’ mariachi all’interno di un quadro ora orchestrale, mentre Quién Sabe? (Per Chitarra) offre all’ascoltatore una lenta e ragionata viariazione per chitarra classica. Peones un ulteriore spunto ‘etnico’, mentre gli accordi di Quién Sabe? (Versione 2) rimandano a quelli del tema di “Per Qualche Dollaro In Più” (1965). La tracklist di “Quién Sabe? (Original Motion Picture Sound-Track)” (1986) offre, però, anche brani meno allineati al generale clima di fatalismo quali En La Sierra, elegiaco per archi, chitarra e legni, La Fucilación, dal retroterra drammatico, e Al Tren!, mix di azione per timpani e orchestra.

Acquista la colonna sonora di “Quién Sabe?”