Lawrence – Sorry Sun

Lawrence – 'Sorry Sun' (2011)

Rendere omaggio al giorno che finisce e, allo stesso tempo, salutare, con gioia, l’arrivo della notte. Buia e profonda. “Sorry Sun” (2011) di Lawrence offre tre tentativi di congedo in note. L’artista tedesco, coinvolto nella Smallville Records sin dalla sua fondazione, è abile nel punteggiare di malinconia anche quei brani che, almeno in apparenza, sembrano trasudare il tipico calore della deep house, oggi nuovamente in auge. A volte, basta ricorrere a un pianoforte, come in Just Like Heaven. Ipnotica Old Joy. Mood immutato, atmosfera tesa. Ogni suo battito come un urlo contro il cielo. Meno cinematografica la title-track, galleggiante tra nuvole elettriche su paesaggi urbani.