La Batteria – La Batteria II

La Batteria – 'La Batteria II' (2019)

Un doppio vinile per settanta minuti di musica. “La Batteria II” (2019) sfida le regole del marketing e si spinge oltre il suo omonimo predecessore. Non è solo musica per immagini: il miglior sound all’italiana di decadi fa si arricchisce di continuo di soluzioni nuove ed elementi imprevisti. Il legame tra il cinema e La Batteria è inscindibile, ma il secondo album della band romana, pubblicato dalla Penny Records, stupisce in termini di eterogeneità, personalità e, soprattutto, facilità d’ascolto di ognuno dei diciotto brani che lo compongono. Il perché è facilmente intuibile. L’ipnotica Largo, la dolcissima Monica Vitti, i ruggiti rock Dogma e Megalopoli, i bagliori di Eldorado, le voci presenti in Fuga e Affresco svincolano i quattro dal disco d’esordio e centrifugano sensazioni altre. Se Moviola è candidabile come sigla di un programma sportivo, Diva, introdotta da un field recording acquatico, offre le migliori suggestioni ‘a bassa fedeltà’ del lotto.