Kerridge – A Fallen Empire

Kerridge – 'A Fallen Empire' (2013)

Segmenti rumorosi, ritmi tremolanti, paesaggi oscuri. Il fascino del macabro in note experimental, industrial, noise. O, semplicemente, techno. Suoni stridenti, ossessivi, metallici alla base di un mix di differenti stili per un’esperienza d’ascolto affatto sofferente, in scia all’agonizzante figura umana ritratta in copertina, ma insolita e, soprattutto, inebriante. “A Fallen Empire” (2013) è l’album di debutto di Kerridge, uno degli artisti più giovani in circolazione e ancora da decifrare a pieno. Sette brani di media durata anticipati da due singoli divergenti, ideali per irrompere sul mercato, slegati dalla sua narrazione ad ampio respiro quali “Auris Interna” (2012) e “From The Shadows That Melt The Flesh 1-4.” (2013). Traccia dopo traccia, dai simbolici e nichilistici titoli quali Black Sun, Straight To Hell e Death Is Upon Us, la release griffata Downwards comprime al minimo ogni elemento, diluendo l’anima della musica a un semplice e nero residuo.

Acquista “A Fallen Empire”