Johnny Jewel – Vapor

Johnny Jewel – 'Vapor' (2018)

L’ennesima straordinaria release del catalogo Italians Do It Better, quarto album solista del visionario compositore statunitense, ex membro dei Chromatics e, soprattutto, degno successore di “Digital Rain” (2018). Una meditazione analogica mentre il mondo è in rovina. Evocazione in note di distopie cristalline. Impropria colonna sonora ellittica, nera come la pece, arrugginita come il carillon di un bambino, volteggiante come le campane a morte. “Vapor” (2018) di Johnny Jewel è una sorta di suite strumentale che sintetizza il sudore, l’orrore, la polvere e la violenza in note. Una raccolta di ventuno brani dai titoli simbolici, ideali per caratterizzare non solo cieli fumosi e paesaggi aridi, in linea con la dimensione cinematografica dell’artista, già composito autore delle partiture per “Lost River” (2015), “A Beautiful Now” (2016), “Home” (2016) e “Don’t Come Back From The Moon” (2017). Una carriera in ascesa per un sound in evoluzione.

Acquista “Vapor”