Gosub – Mirror Watcher

Gosub – 'Mirror Watcher' (2013)

Da oltre un decennio, Shad T. Scott, meglio noto come Gosub, è tra i migliori artisti della scena electro statunitense. Il ritorno su Abstract Forms, la stessa etichetta che aveva rilasciato l’ottimo singolo intitolato “Touch Screen Terrorist EP” (2011), è celebrato al meglio dalle sei tracce di “Mirror Watcher” (2013), intrise di funk futuristico. Ritmi meccanici si innervano poco alla volta. Alienante la precisione nello scandirli. Marziale la dimostrazione di forza. Inesorabile l’onda d’urto dei battiti in serie.

Tra feticismo e voyeurismo solo digitale, la title-track ne incarna a pieno l’estetica musicale, imprendendo alla seguente Phase Space lo stesso crudele taglio in termine di beats. Search Virus, invece, rallenta l’aggressione sonora in atto, a favore di un corto circuito celebrale. Se Island Drift è l’ennesimo tributo all’arte contemporanea di chiara derivazione drexciyana, Galaxy Ghost introduce l’elemento vocal su un tessuto di sintetizzatori. In chiusura, la schizoide The Measurement Problem. Sublime.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...