Goblin – Wampyr

Goblin – 'Wampyr (Original Motion Picture Soundtrack)' (2022)

Martin (John Amplas) viaggia su un treno notturno da Indianapolis a Pittsburgh. Al momento opportuno, seda una passeggera con una siringa, le taglia l’avambraccio con un rasoio e ne beve il sangue. La mattina dopo, il cugino Cuda (Lincoln Maazel) lo conduce, riluttante, a Braddock. Martin sembra più vecchio di quanto il suo aspetto suggerisca. Ha visioni mistiche, ma non è in grado di distinguere la realtà dalla fantasia. Mentre effettua le consegne per la macelleria di Cuda, Martin incontra una casalinga depressa, Abbie (Elyane Nadeau), che cerca di sedurlo, ma lui esita. Dopo un rapporto sessuale, Martin inizia una vera relazione con lei. Ciò riduce il suo appetito per il sangue ma, in crisi d’astinenza, Martin compie numerose efferatezze. La scoperta della morte di Abbie, suicida in vasca da bagno, induce Cuda a ritenere il cugino quale suo assassino e lo colpisce al cuore, come se fosse un vampiro, seppellendolo in un’aiuola del cortile.

Descrizione

Dissacrazione del mito del vampiro, ma senza lieto fine, nella provincia a stelle e strisce. Aglio e crocifissi non servono a nulla. Una sorta di modernizzazione di una delle figure più iconiche tra mitologia e cinema. La laicizzazione di un archetipo privo di qualsiasi elemento soprannaturale a favore di un omicida dal volto adolescenziale, mostruoso carnefice in preda a deliri psicotici. Un lungometraggio bizzarro, girato con maestria da George Romero dodici mesi prima del capolavoro “Zombi” (1978), con ottimi flashback in bianco e nero e dal taglio erotico. La versione italiana del film è intitolata “Wampyr” (1978), anziché “Martin”, e ‘sponsorizzata’ da Dario Argento: la durata è ridotta, la storia è meno chiara, i risvolti grotteschi sono attenuati e, soprattutto, sono rimosse le musiche da quartetto d’archi di Donald Rubinstein, a favore di quelle rock dei Goblin, reduci da “Roller” (1976) e “Il Fantastico Viaggio Del ‘Bagarozzo’ Mark” (1978).

Musica

La prima edizione in vinile di “Wampyr (Original Motion Picture Soundtrack)” (2022) contiene, infatti, versioni con lievi variazioni di futuri ‘classici’ del repertorio della band tratti dal primo album quali Roller (Titoli Di Testa), Aquaman (Martin & Emily), Snip Snap (Consegne A Domicilio), Il Risveglio Del Serpente (Martin & Christine), Goblin (Seguendo La Prossima Vittima) e Dr. Frankenstein (Attacco Sul Treno Della Notte). Le Cascate Di Viridiana (Braddock), La Danza (Album Di Famiglia) ed … E Suono Rock (Cancellando Le Tracce) le tracce estratte, invece, dal secondo. L’inserimento di descrizioni dell’azione dei personaggi tra parentesi favorisce una maggiore fruizione della musica in sincronia con le immagini sullo schermo. La tracklist della release Cinevox in tandem con AMS rivela, inoltre, tre brani finora inediti: la spettrale Wampyr (Impalamento), mentre Strange Terminal e Royal Road sono firmate dal compositore salernitano Aldo Salvi.

Acquista la colonna sonora di “Wampyr”