Goblin – Squadra Antigangsters

Goblin – 'Squadra Antigangsters (Musiche Della Colonna Sonora Originale Del Film)' (2018)

Inseguimenti, scazzottate, battute becere e triviali. La sceneggiatura in odor di poliziesco un puro pretesto narrativo a favore di un intrattenimento in bilico tra commedia e film d’azione. L’ambientazione d’oltreoceano il seguito del precedente “Squadra Antimafia” (1978). Diretto da Bruno Corbucci, “Squadra Antigangsters” (1979), è il quinto capitolo delle avventure del commissario Nico Giraldi (Tomás Milián), stavolta al servizio dell’Interpol come infiltrato in una gang che pratica l’usura e gestisce il denaro sporco negli Stati Uniti. Una volta a New York, incontra l’amico Salvatore Esposito (Enzo Cannavale), che ha tentato la fortuna aprendo un ristorante a Little Italy, indebitandosi, però, con la malavita italo-americana. Per aiutarlo è, quindi, costretto a mettersi in contatto con Maria Sole Giarra (Margherita Fumero), sgraziata figlia di un defunto boss, che ha un certo debole per lui, e a coinvolgere la sexy ballerina Fiona Strike (Asha Puthli), agente FBI sotto copertura, per inchiodare gli strozzini.

Orfani di Massimo Morante, che ha abbandonato la band per una carriera solista, i Goblin accolgono in formazione il cugino di Agostino Marangolo, Carlo Pennisi che, dopo la buona prova per i brani di “Amo Non Amo” (1979), è confermato per quelli di “Squadra Antigangsters”, al cui progetto partecipa anche Antonio Marangolo, il fratello del batterista, con il suo sassofono. È, inoltre, l’ultima colonna sonora di Claudio Simonetti con la band, prima della sua svolta disco, spingendosi oltre il trio Easy Going, adottando i monicker Capricorn e Kasso. Dopo i fasti thriller e horror di “Profondo Rosso” (1975) e “Suspiria” (1977), all’apice del sodalizio artistico con Dario Argento, il gruppo si confronta sia con partiture per film più leggeri, sia con temi d’amore che comici, che con l’esecuzione di quelle scritte, ad esempio, da Stelvio Cipriani, per “Solamente Nero” (1978) e “Incubo Sulla Città Contaminata” (1980). Sfide a cui erano abituati da alcuni anni Fabio Pignatelli e soci, vincolati dal contratto con la Cinevox.

Non a caso, The Whip e The Sound Of Money sono canzoni imbevute dello zeitgeist soul dell’epoca, cantate da Asha Puthli, ma utilizzate nel corso della pellicola in chiave strumentale. Una terza, Welcome To The Boogie, dai rimandi funk, è affidata all’ugola di Charlie Cannon, ex componente dei Four Kents. Banoon è, invece, il primo brano dei Goblin ai limiti del reggae, con motivo eseguito dalla chitarra elettrica, così come emerge dai solchi di “Squadra Antigangsters (Musiche Della Colonna Sonora Originale Del Film)” (2018), una release AMS. Se Disco China recupera stilemi disco e Stunt Cars offre arpeggi in stile country, per un inseguimento automobilistico, Sicilian Samba garantisce tre minuti di relax. Trumpet’s Flight la gemma, con fughe di tastiere e chitarra elettrica in gran spolvero, più la tromba in sordina di Oscar Valdambrini. Antitetiche Squadra Antigangsters e Squadra Antigangsters (Movie Take 2). La prima spettrale esecuzione alle tastiere. La seconda tutta stacchi e percussioni per commentare una rissa in un bar.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.