Franco Micalizzi – Roma A Mano Armata

Franco Micalizzi – 'Roma A Mano Armata (Original Soundtrack)' (2011)

Il commissario Tanzi (Maurizio Merli) fa irruzione con i suoi uomini in una bisca clandestina, arrestando il pregiudicato Savelli (Biagio Pelligra). L’uomo si rifiuta di parlare, malgrado il pestaggio di Tanzi, e il suo avvocato lo fa rilasciare. Il giorno dopo, durante una rapina, Savelli e alcuni complici uccidono una guardia. Tanzi, a caccia dell’omicida, s’imbatte nel Gobbo (Tomas Milian), il cognato di Savelli, che lavora al mattatoio. Il commissario lo incastra facendo trovare della droga nella sua auto. Anche il Gobbo, però, si rifiuta di collaborare e, con una scusa, si taglia le vene in bagno. Un episodio che mette in cattiva luce Tanzi, assegnato a un ufficio minore. Per rappresaglia, il Gobbo sequestra la compagna di Tanzi e la rinchiude in un’auto quasi stritolata dallo sfasciacarrozze. Il poliziotto si trasforma così in un giustiziere: cattura uno spacciatore, smaschera il capo di un’anonima sequestri e, infine, affronta il temibile Gobbo.

Descrizione

C’è un prima e un dopo “Roma Violenta” (1975). Il successo del film di Marino Girolami favorisce la scrittura di sceneggiature a mosaico incentrate su un commissario ‘di ferro’, interpretato dal medesimo attore, baffuto, atletico e disinvolto nell’uso della pistola. Un tutore dell’ordine che varca più volte i confini della legalità. “Roma A Mano Armata” (1976), primo capitolo di un dittico completato da “La Banda Del Gobbo” (1977), è tra i capolavori della filmografia di Umberto Lenzi, colmo di azione e violenza metropolitana, con rocamboleschi inseguimenti, una pioggia di proiettili, risse senza sosta e un antagonista affidato a un altro ricorrente interprete, in stato di grazia, alle prese con una delle sue maschere più riuscite, quella dell’istrionico e anarcoide Gobbo. Un personaggio che, dietro il pietismo della sua deformità fisica, rivela una precisa strategia criminale, alternando moti di violenza pura con ironici motti vernacolari in rima baciata.

Musica

Inconfondibile. Inarrestabile. Roma A Mano Armata – Seq.1 è tra i temi più famosi della storia del cinema di genere, a uso e consumo per le scene in cui è protagonista il commissario Tanzi. Lo stile di Franco Micalizzi è riconoscibile sin dalle prime note di basso che introducono la partitura pubblicata in cd dalla Beat Records Company. Il sincopato ritmo funk, sostenuto da squillanti interventi di ottoni, è ripreso e variato con flauto, clavinet, organo e sintetizzatori. La tracklist di “Roma A Mano Armata (Original Soundtrack)” (2011) annovera, inoltre, brani atmosferici che commentano, invece, sequenze di tensione: Roma A Mano Armata – Seq.4 sottolinea l’arrivo dei pariolini che aggrediscono una coppietta; Roma A Mano Armata – Seq.7 su misura per l’irruzione in banca attraverso un condotto d’areazione; Roma A Mano Armata – Seq.14 il sottofondo di un momento cult, quando il Gobbo ingoia un proiettile senza battere ciglio.

Acquista la colonna sonora di “Roma A Mano Armata”