Franco Micalizzi – Genova A Mano Armata

Franco Micalizzi – 'Genova A Mano Armata (Original Motion Picture Soundtrack)' (2020)

Un ex poliziotto (Tony Lo Bianco), radiato dall’Interpol, ha lasciato gli Stati Uniti per trasferirsi a Genova, dove lavora come investigatore privato. L’uomo è ingaggiato da Marta Mayer (Maud Adams), affascinante figlia di un armatore rapito a Genova, per scoprire che cosa è accaduto al padre durate il suo sequestro e recuperare il miliardo di lire pagato per il suo riscatto malgrado la sua morte. Le indagini dello ‘yankee’ sono, però, affiancate da quelle ufficiali della polizia, capitanata dal burbero commissario Lo Gallo (Adolfo Celi). Nel corso delle indagini, l’americano dovrà superare la diffidenza di quest’ultimo, che non tollera i suoi metodi poco ‘ortodossi’, e affrontare una banda di trafficanti di droga. Dopo varie peripezie, l’americano riesce a conquistare la fiducia del commissario Lo Gallo, ma scopre che è la figlia dell’armatore, al vertice di una clinica privata per coprire alcuni movimenti illeciti, ad aver assassinato il proprio padre.

“Genova A Mano Armata” (1976) è un film a basso budget, diretto e sceneggiato da Mario Lanfranchi, già regista teatrale e televisivo, distribuito nel circuito cinematografico di allora e poi scomparso, le cui uniche copie in circolazione risultano essere di pessima qualità visiva. Un racconto senza particolari pretese che s’ispira a un’infinità di modelli di film d’azione polizieschi americani o italiani, ma l’attenzione dello spettatore rimane, però, alta fino alla fine di quella che è, forse, la più ‘povera’ e oscura delle produzioni ‘a mano armata’ di metà anni Settanta, in scia al ritmo serrato della vicenda, agli inseguimenti a piedi e agli agguati, alle immancabili scazzottate e sparatorie, all’ironia che pervade il detective scanzonato e sopra le righe e, soprattutto, alla singolare location genovese che – tra vicoli stretti, il mercato ittico, la sopraelevata, i depositi di container e i desolati paesaggi portuali – esalta l’atmosfera losca e trucida.

La colonna sonora di Franco Micalizzi, stampata per la prima volta in vinile dalla Digitmovies, è introdotta dal celebre tema Genova A Mano Armata (Seq. 1 – Titoli): un concentrato di jazz ritmico per ottoni e clavinet, trademark del compositore ‘a mano armata’. Il brano è riproposto con diversi arrangiamenti in Genova A Mano Armata (Seq. 4), Genova A Mano Armata (Seq. 8), Genova A Mano Armata (Seq. 9), Genova A Mano Armata (Seq. 10), Genova A Mano Armata (Seq. 13) e Genova A Mano Armata (Seq. 16 – Finale), utili per sostenere i rocamboleschi eventi vissuti dal protagonista. La trascinante Sambamba, dai rimandi latin, per coro e sintetizzatori lo spartiacque con le tracce atmosferiche, come le sinistre Genova A Mano Armata (Seq. 7) e Genova A Mano Armata (Seq. 11), che compongono la tracklist di “Genova A Mano Armata (Original Motion Picture Soundtrack)” (2020), costruita con i master tape della recording session.