Franco Bixio, Fabio Frizzi, Vince Tempera / Gian Paolo Chiti, Sergio Montori – Roma, L’Altra Faccia Della Violenza / La Banda Vallanzasca

Franco Bixio, Fabio Frizzi, Vince Tempera : Gian Paolo Chiti, Sergio Montori – 'Roma, L’Altra Faccia Della Violenza : La Banda Vallanzasca (Original Motion Picture Soundtracks In Full Stereo)' (2011)

La Capitale del crimine. In “Roma, L’Altra Faccia Della Violenza” (1976), quattro banditi incappuciati irrompono a una festa in villa e uccidono la diciottenne Carol (Roberta Paladini), figlia dell’ingegnere Alessi (Anthony Steffen), già alle prese con il ribelle figlio Giorgio (Stefano Patrizi), costretto a chiedere l’aiuto del commissario Carli (Marcel Bozzuffi). Un’ulteriore rapina della banda a un furgone portavalori aumenta il numero delle vittime. La polizia decide di cingere d’assedio le borgate, ma i colpevoli, forse, sono da ricercare nella parte ‘bene’ della città. In “La Banda Vallanzasca” (1977), il rapinatore Roberto (Enzo Pulcrano), evaso da Regina Coeli per non essere incolpato di un omicidio che non ha commesso, è assoldato da un’organizzazione criminale, dedita ai sequestri di persona. Il giovane, dopo aver rapito la figlia di un petroliere, Antonella (Stefania D’Amario), diventerà presto uno dei malavitosi più ricercati, salvo riscoprirsi umano.

Descrizione

Le trame dei polizieschi degli anni Settanta sono state talvolta ‘ispirate’ da episodi dell’allora contemporanea cronaca nera, sviluppati in chiave enfatica, sia in senso critico che demagogico. Anche i lungometraggi di Marino Girolami, reduce da “Roma Violenta” (1975), e Mario Bianchi, occhio dietro la cinepresa per sceneggiate napoletane e film pornografici, attingono a piene mani da tragiche vicende. Da una parte, il rapimento, lo stupro e le torture nei confronti di due giovani amiche, una annegata in una vasca da bagno, all’interno di una villa al Circeo, tra il 29 e il 30 settembre 1975. Dall’altra, il richiamo alla gang di Renato Vallanzasca, celebre per i vari sequestri. Differenti, però, gli esiti. Il primo film è godibile, alterna scene di suspense e di azione, contrapponendo la spietata delinquenza dei piani alti a quella leale dei bassifondi cittadini. Il secondo è, invece, un non tramandabile ai posteri mix di scazzottate, sesso e sparatorie.

Musica

Il double feature “Roma, L’Altra Faccia Della Violenza / La Banda Vallanzasca (Original Motion Picture Soundtracks In Full Stereo)” (2011) tramanda ai posteri, in primis, la partitura di Franco Bixio, Fabio Frizzi e Vince Tempera, caratterizzata da ritmiche funk per sostenere le scene mozzafiato di rapine e inseguimenti. Il vivace tema Roma, L’Altra Faccia Della Violenza (Titoli) è ripreso, variato più volte, ma affiancato dai momenti atmosferici, La Città All’Alba e Attesa Insopportabile, e alternato al secondo Roma, L’Altra Faccia Della Violenza (Atmosfera Nostalgica), e annesse varianti, un triste e romantico motivo per archi e tromba. Desperation And Money è, invece, il cuore pulsante della seconda compatta colonna sonora, a cura di Gian Paolo Chiti e Sergio Montori, presente sul cd Digitmovies, da cui ‘deriva’ anche la solare La Banda Vallanzasca (Tema Antonella). Gunvalzer la ‘classica’ controparte per differenti strumenti a corda.

Acquista “Roma, L’Altra Faccia Della Violenza / La Banda Vallanzasca”