Francesco De Masi – Arizona Colt

Francesco De Masi – 'Arizona Colt (Original Motion Picture Soundtrack)' (2012)

Il pistolero Arizona Colt (Giuliano Gemma) è tra i detenuti fuggiti dal carcere dopo l’assalto di Gordon Watch (Fernando Sancho), a capo di una banda, gli Sterminatori, marchiati a fuoco con una ‘s’ sul braccio, in cui arruola gli evasi. Dopo aver rifiutato di aggregarsi agli stessi, Arizona Colt s’imbatte in Clay (Giovanni Pazzafini), uno dei fuorilegge, presso il saloon di Blackstone Hill. Anche Dolores (Rosalba Neri), figlia del barista Pedro (Andrea Bosic), ne scopre l’identità, costringendo il bandito a ucciderla. Arizona Colt accetta di vendicare la sua morte, a patto di trascorrere una notte con Jane (Corinne Marchand), sorella della defunta. Arizona Colt colpisce Clay, ma è torturato da Gordon Watch. L’eroe, malconcio, si ritira presso una chiesa abbandonata per recuperare le forze. Jane lo avverte che Gordon Watch intende radere al suolo Blackstone Hill. Il pistolero sconfigge il brigante, rinunciando, a sorpresa, al sincero amore della donna.

Descrizione

Scanzonato, ironico, accattivante. La sceneggiatura di Ernesto Gastaldi e Luciano Martino. Gli sfondi dell’Almeria. “Arizona Colt” (1966) è uno dei quarantasei western prodotti in Italia in un singolo anno, lo stesso di “Django” (1966) di Sergio Corbucci così come de “Il Buono, Il Brutto, Il Cattivo” (1966) di Sergio Leone. La firma è quello di Michele Lupo, regista al passo coi tempi, che alla soglia degli anni Ottanta firmerà con Bud Spencer commedie a sfondo fantascientifico quali “Uno Sceriffo Extraterrestre… Poco Extra E Molto Terrestre” (1979) e “Chissà Perché… Capitano Tutte A Me” (1980) e film sportivi “Lo Chiamavano Bulldozer” (1978) e “Bomber” (1982). Stavolta l’eroe è, però, l’attore che aveva già indossato con successo i panni sia del pistolero Ringo in “Una Pistola Per Ringo” (1965) e ne “Il Ritorno Di Ringo” (1965), entrambi diretti da Duccio Tessari, che del vendicatore Gary in “Un Dollaro Bucato” (1965) di Giorgio Ferroni.

Musica

Magistrale la partitura di Francesco De Masi. Da una parte, la veste sinfonica imponente mediata dal ricorso a una grande orchestra. Dall’altra, il fischio di Alessandro Alessandroni, la chitarra elettrica, l’armonica di Franco De Gemini e le ritmiche arrembanti di tradizione italica. L’edizione cd di “Arizona Colt (Original Motion Picture Soundtrack)” (2012), a cura della Beat Records Company, rivela, in primis, un leitmotiv avvincente, Tema Di Arizona, da ascoltare anche con il contributo vocale di Raoul, accompagnato da I Cantori Moderni Di Alessandroni. Numerose le variazioni quali, ad esempio, Arizona E Doppio Whisky, Una Terra, Una Pistola, C’è Un Domani Forse. Il secondo asse portante è Gordon Watch, dagli echi messicani, ripreso e variato in La Banda Di Gordon Watch e Gordon A Blackstone Ville. Oltre la nostalgia per chitarra solista di Gordon Guitar, l’allegro banjo di Preludio, Strip Tease E Fuga e Arizona E Clay.

Acquista la colonna sonora di “Arizona Colt”