Francesco De Masi, Alessandro Alessandroni – Lesbo

Francesco De Masi, Alessandro Alessandroni – 'Lesbo (Original Motion Picture Soundtrack)' (2021)

I coniugi Lila (Carla Romanelli) e Nick (Steven Todd) sono in crisi. Dopo un aspro litigio con il marito, celebre scrittore, la donna parte alla volta dell’isola di Lesbo. Lila è qui oggetto di pressanti attenzioni da parte di Giorgio (Peter Howells), un aitante rubacuori locale, e di Celestine (Gizela Dalli), una giornalista di moda, di equivoche tendenze. Una volta raggiunta la consorte, Nick, impotente, si rende conto che non riesce ad avere più rapporti con Lila, influenzata negativamente anche dalla perversa Celestine. L’uomo è deciso a non perdere la moglie e così ‘incarica’ Giorgio di diventarne l’amante per sottrarla alla ‘rivale’. Il playboy, privo di scrupoli, riesce nell’intento, complice qualche bicchiere di troppo. Una volta appresa la verità da Giorgio, Lila si scaglia contro il marito, manifestandogli anche la sua intenzione di continuare la sua storia con l’amante. Nick trova, però, sia la forza di allontanare Giorgio che di convincere Lila a restare con lui.

Descrizione

“Lesbo” (1969) è una storia di tradimenti di celluloide accreditata per ragioni burocratiche a Edoardo Mulargia, già regista di western all’italiana quali “Perché Uccidi Ancora” (1965), “Vajas Con Dios, Gringo” (1966), “Cjamango” (1967), “Non Aspettare Django, Spara” (1967) e “Prega Dio… E Scavati La Fossa!” (1968), ma girata dal collega greco Errikos Andreou, con il contributo di Bruno Mattei. Un lungometraggio non solo sull’impotenza del maschio e sulla crisi della coppia ma, soprattutto, sulla nuova libertà sessuale femminile, che include prepotenti tentazioni saffiche proprio sull’isola della poetessa Saffo. Gli sfondi luminosi della Grecia coincidono parimenti con un lieto fine e una ritrova felicità coniugale dopo un dramma ‘esotico’. Temi trattati sempre con stile, senza cadere nel volgare e nel voyeuristico. Una condizione in linea anche con il gradevole commento sonoro a cura di Francesco De Masi e Alessandro Alessandroni.

Musica

La partitura rivela poco alla volta il sontuoso connubio tra le grandi orchestrazioni del primo e l’estro del secondo. La ristampa in vinile di “Lesbo (Original Motion Picture Soundtrack)” (2021) è introdotta da un tema sensuale cantato dalla suadente voce di Giulia De Mutiis, Qualsiasi Cosa, e dalle sonorità calde e mediterranee de L’Isola Dell’Amore. Numerose le riprese con variazioni per strumenti ad archi e a fiato. Gli ulteriori punti di forza della release griffata Vinyl Magic sono le note lounge di A Mezza Luce, quelle ‘western’ di Sesso In Controluce, sognanti di Crepuscolo Sul Mare, gravi di Drammatica Rinuncia, romantiche di Con Te Sempre e tipicamente ‘elleniche’ di Sirtaki Di Lesbo. Interessante anche la sezione in bilico tra l’atmosferico e il tensivo in cui figurano brani quali Lesbo – Seq. 12, Lesbo – Seq. 17, Lesbo – Seq. 19, dai rimandi militareschi, Lesbo – Seq. 29, segnata dalla chitarra classica, oltre all’ellissi sonora Lesbo – Seq. 35.

Acquista la colonna sonora di “Lesbo”