Fiorenzo Carpi – Un’Anguilla Da 300 Milioni

Fiorenzo Carpi – 'Un'Anguilla Da 300 Milioni (Original Motion Picture Soundtrack)' (2010)

L’ex partigiano Bissa (Lino Toffolo) vive pescando anguille nelle valli di Caorle. Vasco (Gabriele Ferzetti), il suo capo durante la Resistenza, lo prega di aver cura della propria figlia Tina (Ottavia Piccolo), bisognosa di tranquillità e di solitudine, perché reduce da una cura di disintossicazione da stupefacenti. Bissa, aiutato da un altro pescatore di frodo, Lino (Rodolfo Baldini), accetta l’incarico, ospitando la ragazza in un isolato capannone di canne. Tempo dopo, Bissa e Lina apprendono che il vero padre di Tina è, in realtà, morto in un incidente stradale e che Vasco è il suo rapitore. La giovane convince così i pescatori a chiedere un riscatto di trecento milioni di lire per la sua liberazione: con i soldi ottenuti attraverso una mobilitazione nazionale i tre potranno fuggire negli Stati Uniti e finalmente vivere nell’agiatezza. Dopo aver ottenuto la somma, Tina uccide Bissa e Lino con l’aiuto del redivivo Vasco, ma è costretta a consegnarla a un guardia ittica.

Descrizione

Inspiegabilmente sottovalutato. Classico esempio di contaminazione di generi: metà commedia, metà thriller. “Un’Anguilla Da 300 Milioni” (1971) è il coraggioso quarto film di Salvatore Samperi, fautore del morboso filone erotico all’italiana, inaugurato da “Grazie Zia” (1968), e occhio dietro la cinepresa anche dei drammi “Cuore Di Mamma” (1969) e “Uccidete Il Vitello Grasso E Arrostitelo” (1970), in cui narra il disfacimento della famiglia borghese. Opere dalla forte carica politica, un trend riflesso, in parte, all’interno di un insolito giallo ‘veneto’, lì dove incolpevoli anguille guizzano dai gorghi e un blando erotismo è incarnato dalla giovane e bella protagonista. Grazioso il primo tempo, specialmente per l’ambientazione da tranquilla provincia, con partenza in sordina, quasi a rispecchiare la calma lagunare delle location prescelte; più curioso il secondo, un continuo crescendo di avvenimenti suggellato da una conclusione amara e beffarda.

Musica

La colonna sonora di Fiorenzo Carpi, pubblicata in cd dalla Digitmovies, è introdotta dal brano popolare Anguille E Libertà, ripreso più volte in differenti versioni strumentali. La spensieratezza beat di Un’Anguilla Da 300 Milioni – Seq. 1, la tagliente chitarra elettrica della psichedelica Un’Anguilla Da 300 Milioni – Seq. 2, il flauto orientale della mistica Un’Anguilla Da 300 Milioni – Seq. 3, l’organo liturgico di Un’Anguilla Da 300 Milioni – Seq. 4 e la marcetta Un’Anguilla Da 300 Milioni – Seq. 7 alcuni dei momenti più curiosi della partitura. La tracklist di “Un’Anguilla Da 300 Milioni (Original Motion Picture Soundtrack)” (2010) annovera, però, in misura maggiore brani oscuri e dissonanti quali, ad esempio, Un’Anguilla Da 300 Milioni – Seq. 6, sequenza di note per basso e tromba; Un’Anguilla Da 300 Milioni – Seq. 11, successione di più tensioni ritmiche. Notevole anche l’atmosfera finanche ‘militaresca’ di Un’Anguilla Da 300 Milioni – Seq. 10 e derivate.

Acquista la colonna sonora di “Un’Anguilla Da 300 Milioni”