Fabio Frizzi – The Beyond

Fabio Frizzi – 'The Beyond (Original Score)' (2015)

Louisiana, 1927. Il pittore Zweick (Antoine Saint-John), sospettato di stregoneria, è ucciso dalla folla e crocifisso nella cantina di un albergo maledetto, costruito su uno dei sette varchi dell’Inferno. Cinquant’anni dopo, Liza (Catriona MacColl), disegnatrice di moda, ha ereditato l’albergo ma, prima di prenderne possesso, la cieca veggente Emily (Cinzia Monreale) la diffida dal restaurare l’edificio. L’idraulico Joe (Giovanni De Nava), alle prese con una perdita, è il primo a cadere: uno zombie irrompe da un muro e gli cava entrambi gli occhi. Martha (Veronica Lazar), l’addetta alle pulizie, rinviene, invece, il cadavere di Zweick. Il medico McCabe (David Warbeck) non ottiene risultati dall’autopsia, ma il rilevatore di onde celebrali è attivo. È l’inizio della fine. Le forze del male non risparmiano nessuno. Liza e McCabe fuggono nei sotterranei dell’hotel. Davanti a loro uno scenario surreale, colmo di corpi nudi, senza inizio né fine: l’aldilà.

Descrizione

“La nostra vita è un terribile incubo e l’unica via di fuga è nascondersi in questo mondo senza tempo. Alla fine del film, i protagonisti hanno occhi privi di vista e c’è questo deserto senza luce, senza ombre, senza vento, il nulla assoluto”. La sintesi estetica del poeta del macabro, o l’iconica rappresentazione dell’ambiente ultraterreno in cui l’anima vive dopo la morte del corpo fisico. “… E Tu Vivrai Nel Terrore! L’Aldilà” (1981) è il successore di “Paura Nella Città Dei Morti Viventi” (1980), il capitolo centrale della c.d. ‘trilogia della morte’, conclusa da “Quella Villa Accanto Il Cimitero” (1981). Un lungometraggio iconico all’interno dell’artigianale e visionaria filmografia di Lucio Fulci. Il regista romano distrugge le regole dell’horror e ne riscrive altre in modo originale, senza mai rinunciare né al rosso sangue né ai brividi d’autore. Folgorazioni, ellissi, scarti improvvisi e morti viventi favoriscono la conservazione di uno stato di tensione latente.

Musica

L’edizione “The Beyond (Original Score)” (2015) a cura della Death Waltz Records Company l’occasione per riascoltare in vinile la partitura di Fabio Frizzi. L’esibizione pianistica Verso L’Ignoto, supportata dal ritmo di basso e batteria, quest’ultima affidata ad Agostino Marangolo e l’atmosfera nera evocata dal mellotron e dal testo in latino di Voci Dal Nulla, con il prezioso contributo di Giacomo Dell’Orso, anche direttore dell’orchestra, sono i due temi principali. La cupa e tenebrosa, Oltre La Soglia, è, in seguito, resa incalzante in Sequenza Ritmica A Tema, con Maurizio Guarini ai sintetizzatori per un impronta ‘gobliniana’. Suono Aperto è, invece, un meraviglioso brano sospeso in cui le note del pianoforte sono amalgamate a quelle della chitarra elettrica e delle tastiere. Mentre Giro Di Blues è quanto il titolo stesso suggerisce, la sospesa Sequenza Coro E Orchestra per archi e legni recupera in parte il coro del tema.

Acquista la colonna sonora di “The Beyond”