Fabio Frizzi – Contraband

Fabio Frizzi – 'Contraband (Original Motion Picture Soundtrack)' (2015)

Luca (Fabio Testi) e Michele (Enrico Maisto) sono due contrabbandieri di sigarette a Napoli. Ai loro ordini una squadra di motoscafisti. Un’improvvisa soffiata comporta la perdita di un ingente carico. Luca sospetta del rivale Sciarrino (Ferdinando Murolo), mentre il fratello crede che, dietro l’inseguimento in mare, ci sia l’oscuro Perlante (Saverio Marconi). La scomparsa di Michele, vittima di finti poliziotti, costringe Luca ad affrontare Sciarrino, incolpevole, e poi a entrare in contatto con uno degli spacciatori del ‘marsigliese’ (Marcel Bozzuffi) che, torturato, gli rivela alcune informazioni. Una telefonata a Perlante delinea i contorni del nuovo equilibrio criminale: il marsigliese è intenzionato a stringere accordi con le organizzazioni camorristiche per il traffico di droga. Il rifiuto di allearsi con lo straniero comporta il rapimento e lo stupro della moglie di Luca, Adele (Ivana Monti), e l’intervento risolutore di Don Morrone (Guido Alberti).

“Luca Il Contrabbandiere” (1980) è un noir iperviolento. Non un poliziesco ‘alla napoletana’ come quelli diretti da Alfonso Brescia, con protagonista Mario Merola. Neppure un poliziottesco. Lucio Fulci dirige con perizia e stile semi-documentaristico una sorta di bagno di sangue, in scia al soggetto di Ettore Sanzò, già autore di quelli de “L’Ultimo Treno Della Notte” (1975) e “Bersaglio Altezza Uomo” (1979), con alcuni sadici tratti in comune. È la trasposizione in immagini di un’aria soffocante che si respira in una Napoli plumbea, stretta nella morsa del freddo invernale, circondata da un mare nero come la morte. Una città elevata dalle riprese in luoghi simbolici quali i Quartieri Spagnoli o lo stadio San Paolo. Il film ricorre ad alcuni stilemi per poi stravolgerli, a favore di una narrazione che contrappone buoni a cattivi, archetipi dell’essere criminali, tra il rispetto delle vecchie regole d’onore e il tentativo d’imporre un nuovo status quo.

La colonna sonora di “Contraband (Original Motion Picture Soundtrack)” (2015) è tra i fiori all’occhiello del catalogo Beat Records Company e celebra una volta in più la creatività di Fabio Frizzi, autore di un tema melodico per archi e fiati, Luca Il Contrabbandiere – Seq. 1, ripreso e variato più volte con inserti di chitarra elettrica. La partitura è, però, segnata da brani quali Luca Il Contrabbandiere – Seq. 8, Luca Il Contrabbandiere – Seq. 11, Luca Il Contrabbandiere – Seq. 13 e Luca Il Contrabbandiere – Seq. 14 , da cui emerge esaltano l’anima funky del compositore. Sorprendenti anche Luca Il Contrabbandiere – Seq. 3 e languide versioni derivate, marchiate a fuoco da un peculiare utilizzo del basso. La tracklist è completata dall’organo di Luca Il Contrabbandiere – Seq. 4, dal valzer di Luca Il Contrabbandiere – Seq. 12 e dalla traccia disco You’re Not The Same, cantata dalle misteriose Cricket, con testo di Lucio Fulci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.