Ennio Morricone – The Big Gundown

Ennio Morricone – 'The Big Gundown (Original Motion Picture Soundtrack)' (2015)

Lotta di classe in Texas. “La Resa Dei Conti” (1967) è il primo western firmato da Sergio Sollima, dopo una breve ma intensa parentesi in ambito spy movies, incipit di una trilogia libertaria che, prendendo le distanze dalle opere di Sergio Leone, promuoverà una rilettura ‘politica’ del fortunato filone all’italiana, elaborando un proprio excursus tra lande desolate senza legge, come quelle di “Faccia A Faccia” (1967), in cui miserabili e peoni, stereotipati rappresentanti di un ‘terzo mondo’, si confrontano con consuetudini a stelle e strisce e corrotte oligarchie latinoamericane, è il caso di “Corri Uomo Corri” (1968). Tre pellicole che, con le dovute differenze di sceneggiatura, sono divenute iconiche grazie alle interpretazioni di un grande attore, perfetto per esaltare la figura di un antieroe dalle umili origini, astuto e bugiardo per necessità, ma non privo di slanci sentimentali e istinti umani, spesso in fuga per sottrarsi a una realtà iniqua e pronto a scagliare il suo coltello contro gli oppressori. Un simbolo per la contestazione sessantottina, introdotto dal regista dopo la sua parentesi in “The Bounty Killer” (1966).

‘Cuchillo’ Sanchez (Tomas Milian) è un peone senza nome, tanto svagato quanto abile con il coltello, da cui deriva il suo pseudonimo, accusato di aver stuprato e ucciso una dodicenne. Sulle sue tracce c’è Jonathan Corbett (Lee Van Cleef), famoso pistolero e cacciatore di taglie, in odor di una candidatura come senatore, incaricato dal politico Brokston (Walter Barnes) di catturare il messicano. Un’occasione per ottenere consensi. Il facoltoso latifondista è, infatti, interessato alla costruzione di una ferrovia che colleghi il Texas al Messico e il futuro appoggio di un bounty killer può rivelarsi utile. La sua ultima caccia si rivelerà, però, la più difficile. Corbett e Cuchillo come un falco e una preda. Il secondo riesce sempre a eludere il primo, rivoltando ogni circostanza a suo favore e, finiti entrambi in cella per aver commesso differenti reati, Cuchillo rivelerà a Corbett la sua versione dei fatti, poiché testimone dell’accaduto: la ragazzina è stata oggetto di violenze da parte del genere di Brokston, Chet Miller (Ángel Del Pozo), e dei suoi uomini. I due rinunceranno allo scontro finale, eliminando sia Chet che Corbett.

La partitura di Ennio Morricone è ricca di contrasti e sfumature. Drammatiche, ironiche, classiche, come la citazione di Für Elise di Ludwig van Beethoven in La Condanna. Ristampata in doppio vinile, “The Big Gundown (Original Motion Picture Soundtrack)” (2015), una pregiata edizione gatefold a cura della Mondo, è introdotta dalla travolgente Run Man Run, forse la più bella canzone mai scritta per un western, cantata da Christy, con testo di Audrey Nohra Stainton, che narra di una terra dove gli uomini non si uccidono più tra loro, ma per essere liberi è necessario continuare a correre. E Cuchillo, braccato da Corbett, ne è al corrente. Un ‘concept’ abilmente ripreso e sviluppato in note ancora in Titoli Di Testa (La Caccia), La Resa Dei Conti (Seconda Caccia) e Run Man Run (Titoli Di Coda), tra progressioni per orchestra e coro, chitarre elettriche e la ‘solita’ voce di Edda Dell’Orso. Le astrazioni di Primo Deserto e le dissonanze delle versioni derivate, la sacralità del Coro Dei Mormoni, le arie romantiche di Rosita e quelle messicane di La Resa Dei Conti (Mariachi) completano uno score tanto epico quanto suggestivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.