Ennio Morricone – Svegliati E Uccidi

Ennio Morricone – 'Svegliati E Uccidi (Dalla Colonna Sonora Originale Del Film)' (2006)

Luciano Lutring (Robert Hoffmann), figlio di un lattaio della periferia milanese, ha poca voglia di lavorare e preferisce trasformarsi in rapinatore. Autore di una serie di rapine in banca, diviene noto alle cronache come il ‘solista del mitra’, a causa del fucile che nasconde all’interno di una custodia per violino. I suoi colpi si ripetono per abitudine, necessità e, forse, esibizionismo. Sposata Candida Pasini (Lisa Gastoni), l’uomo diviene l’antagonista di Franco (Claudio Camaso), il delinquente che la sfruttava, e attira le attenzioni sia dei veri professionisti del crimine che dei giornalisti e dell’ispettore Moroni (Gian Maria Volonté). Luciano Lutring è ormai in una rete dalla quale non riesce a districarsi neppure grazie agli sforzi della moglie. Fuggito a Parigi, abbocca a un tranello della polizia francese dopo un drammatico incontro con Candida. Terrorizzato, il bandito ricorre alle armi e uccide per la prima volta, salvo cadere nelle mani degli inseguitori.

Descrizione

Un instant movie di stampo quasi documentaristico, preludio alla nascita del poliziesco all’italiana. Ritmo febbrile, primi piani, finale aperto. “Svegliati E Uccidi” (1966) è tra le tappe più interessanti del percorso artistico di Carlo Lizzani, segmento iniziale di un dittico tra il biografico e il drammatico, completato, dopo una doppia escursione western di “Un Fiume Di Dollari” (1966) e “Requiescant” (1967), da “Banditi A Milano” (1968). Da una parte, il ladro gentiluomo nell’Italia del boom economico; dall’altra, una differente trasposizione cinematografica delle imprese criminali della banda Cavallero che insaguinò le vie meneghine nel 1967. Ispirato alla vita di Luciano Lutring, il lungometraggio descrive l’ambiente della malavita, alimentata dal consumismo e dal sensazionalismo mediatico. Il solista del mitra è stato davvero un pericolo pubblico, le cui gesta sono state enfatizzate dalla stampa e strumentalizzate da poliziotti cinici.

Musica

La canzone Una Stanza Vuota l’incipit dell’edizione cd a cura di Dagored e GDM di “Svegliati E Uccidi (Dalla Colonna Sonora Originale Del Film)” (2006), tra i primi contributi di Ennio Morricone per il cinema dei c.d. ‘mondi neri’. Interpretata dalla stessa Lisa Gastoni, è ripresa in tre versioni strumentali con chitarra acustica, legni e ottoni, commento al rapporto amoroso tra la donna e il gangster. Il secondo tema, l’omonimo Svegliati E Uccidi, è un complesso brano jazz dai martellanti passaggi di pianoforte, con dissonanti arpeggi di chitarra elettrica, interventi di archi, ottoni e percussioni, vocalizzi di Edda Dell’Orso, più una breve successione di rumori che simulano raffiche di mitra. Le sue variazioni, le derive atmosferiche, quali Un Uomo Solo, Colpo Alla Gioielleria e La Prima Vittima, affiancano la marcetta Sul Lago Di Lugano e l’intermezzo La Donna Di Un Fuorilegge. Di rilievo anche l’incalzante Una Tromba A Dallas, dal retroterra western.

Acquista la colonna sonora di “Svegliati E Uccidi”