Ennio Morricone – La Moglie Più Bella

Ennio Morricone – 'La Moglie Più Bella (The Original Motion Picture Soundtrack)' (1999)

Sicilia, metà anni Sessanta. La sedicenne Francesca Cimarosa (Ornella Muti), figlia di contadini, è l’oggetto del desiderio del mafioso Vito Juvara (Alessio Orano) che, dopo l’arresto di don Antonino Stella (Amerigo Tot), ne ha raccolto il testimone. I genitori di lei, contadini sopravvissuti al terremoto, si esprimono a favore nei confronti del boss in ascesa e la stessa acconsente al fidanzamento. Nonostante un aspetto dolce e remissivo, la giovane si scontra con il suo futuro sposo, che la considera alla stregua di un oggetto, fino a respingerlo. Un avvenimento clamoroso che ferisce l’orgoglio di Vito Juvara: l’uomo rapisce e violenta Francesca Cimarosa. A sorpresa, quest’ultima lo denuncia alla giustizia ma, in mancanza della controfirma dei genitori che temono ritorsioni, l’atto non è valido. Ed è così che la protagonista compie un coraggioso gesto, incendiando il granaio di famiglia e sottraendo alla malavita ogni chance di rivalsa.

Ispirato alla vicenda di Franca Viola – la prima donna a rifiutare il matrimonio riparatore e simbolo dell’emancipazione del secondo dopoguerra – “La Moglie Più Bella” (1970) è un film ambientato tra le pieghe di un territorio devastato dal terremoto del Belice, ancora rurale, i cui abitanti sono assoggettati alla malavita locale, oltre che omertosi e maschilisti nel profondo. Un ‘negozio giuridico’ come il matrimonio forzato era, al pari del rito arcaico della fuga d’amore, il costume, se non la prassi tollerata dal codice penale di allora, a cui le donne dovevano sottostare, pena il proprio disonore, il disprezzo sociale e il rischio di non sposarsi in futuro. Anche l’eroina della pellicola di Damiano Damiani, regista reduce da un’altra storia made in Sicily quale “Il Giorno Della Civetta” (1968), si ribella al volere dell’uomo che l’ha presa con la forza e assurge a portatrice di un rinnovamento sociale, coinvolgendo gli spettatori nel dramma.

La partitura di Ennio Morricone, in linea con la fosca vicenda d’onore, è stata pubblicata in cd dalla Cinevox. Ciò che emerge dall’interno de “La Moglie Più Bella (The Original Motion Picture Soundtrack)” (1999) è, in primis, il tema La Moglie Più Bella (Side A-Original Single), dominato dal marranzano e dal mandolino, con archi e percussioni costanti, l’organo di Giorgio Carnini e i vocalizzi di Edda Dell’Orso. Struggente la variazione per pianoforte, La Moglie Più Bella, straordinaria la citazione de L’Estasi Dell’Oro in La Moglie Più Bella (Dramma Lontano). Alle incalzanti La Moglie Più Bella (Rapimento In Campo Aperto) e La Moglie Più Bella (In Campo Aperto) si contrappongono le ellittiche La Moglie Più Bella (Nascosta) e La Moglie Più Bella (Ritrovata). Strategico, se non sublime, il ricorso agli strumenti della tradizione siciliana, trend già espresso per lo score cult di “Indagine Su Un Cittadino Al Di Sopra Di Ogni Sospetto” (1970).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.