Ennio Morricone – Il Bandito Dagli Occhi Azzurri

Ennio Morricone – 'Il Bandito Dagli Occhi Azzurri (Original Motion Picture Soundtrack)' (2013)

Renzo Dominici (Franco Nero) è un contabile di un’azienda di Genova. Un impiegato zoppo e cagionevole di salute, ma l’apparenza inganna. L’uomo è deciso a compiere una rapina all’interno del luogo di lavoro e, per non essere riconosciuto, indossa una parrucca e lenti a contatto che nascondono i suoi magnetici occhi azzurri. Una zeppa nella scarpa lo fa sembrare claudicante. La rapina è organizzata in tutti i dettagli, compresa la fuga dall’Italia, corrompendo un addetto del porto per imbarcarsi su una nave da trasporto che farà rotta su Panama. Il giorno prestabilito il modesto contabile si trasforma in un atletico rapinatore, rubando due miliardi di lire dalla cassaforte ma, seppur a viso coperto, il suo sguardo è rivelato dalla caduta degli occhiali da sole: da qui la leggenda mediatica del ‘bandito dagli occhi azzurri’. Mentre la polizia brancola nel buio, a causa di una serie di imprevisti, alcuni conoscenti inizieranno a sospettare di lui.

Diretto da Alfredo Giannetti, “Il Bandito Dagli Occhi Azzurri” (1980) è un action movie dalle sfumature noir, costruito ad hoc sul doppio ruolo affidato a un attore che, dopo essere stato spesso commissario o agente per diversi poliziotteschi, interpreta alla grande la parte del ladro. Nonostante i luoghi comuni – la madre che riconosce il figlio dall’identikit su un giornale o l’uomo comune che diviene criminale per cercare un riscatto e godersi il bottino in una località esotica – l’intensità del racconto è costante dall’inizio alla fine e, al netto di qualche scena violenta, tutto gravita intorno al furto, da concretizzare con particolare ingegno, e al suo imprevedibile epilogo, perché durante la fuga nei sotterranei Renzo Dominici perde un accendino, raccolto da Stella (Dalila Di Lazzaro), e una guardia giurata (Giovanni Javarone) riesce a identificarlo come l’autore del colpo a causa dei gemelli della sua camicia che indossava anche durante l’azione.

La colonna sonora completa de “Il Bandito Dagli Occhi Azzurri” (Original Motion Picture Soundtrack)” (2013) è stata pubblicata in cd dalla Beat Records Company e rappresenta uno straordinario unicum nella vasta discografia per la settima arte di Ennio Morricone. La partitura è, infatti, caratterizzata da un insolito motivo jazz Città Viva, innervato da ottoni. Il brano strizza l’occhio al sound di Dave Brubeck ed è gradevolmente ripreso e variato in Per Enrico, Riccardo E Roberto, Sotto I Ponti Della Città e Cinque Quarti, con un maggiore apporto pianistico, oltre che in Stranamente Un Giorno, traccia rapida, ritmata e dominata da un sottofondo dissonante. L’alter ego del tema è la triste melodia per archi, legni e pianoforte intitolata Madre Assente. Struggente anche la melodica Esecuzione Radiofonica. Se il lato atmosferico della vicenda è, invece, rappresentato da Campi Aperti E Sospesi e Stranamente Di Notte, quello lounge dalla soave Per Dalila.