Ennio Morricone – Gente Di Rispetto

Ennio Morricone – 'Gente Di Rispetto (Colonna Sonora Originale - Edizione Speciale)' (2006)

Una graziosa maestra è trasferita da Sondrio a Ragusa: ad accoglierla una decina di alunni e un preside diffidente. Elena Bardi (Jennifer O’Neill) si scontra con usi e costumi locali: il suo anticonformismo è inviso ai colleghi, eccetto Michele Belcore (Franco Nero) con cui inizia una relazione, e l’evasione scolastica è una drammatica realtà. La donna alloggia presso l’avvocato Bellocampo (James Mason), un enigmatico possidente che conosce gli inconfessabili segreti della città ed pronto a guidarla nei quartieri poveri della città. La maestra è colpita dal degrado e si batte per un miglioramento delle condizioni di vita attraverso l’approvazione di una legge edilizia. La sua iniziativa è amplificata dall’essere sopravvissuta ad alcune molestie, con gli aggressori ritrovati cadaveri. Amara la scoperta dell’approvazione di un testo parziale per intervenire nelle aree che interessano una speculazione di Bellocampo e di essere stata una sua pedina.

“Gente Di Rispetto” (1975), tra gli ultimi film diretti da Luigi Zampa, fotografa la Sicilia di allora, pur senza un’ambientazione davvero mafiosa. Una dimensione che non compare neppure all’interno dell’omonimo romanzo (1975), da cui è tratto il soggetto, scritto da Giuseppe Fava, giornalista ucciso da Cosa Nostra nove anni dopo la sua pubblicazione, il secondo intellettuale a cadere dopo Giuseppe Impastato. Non è una storia di estorsioni, racket o traffici illeciti, ma quella di una donna disinvolta che diviene parte di un ingranaggio umano che muove enormi interessi e ciò la espone a una vera e propria faida tra cosche locali: il suo ‘protettore’, l’anima nera del paese, non esita a tutelare la sua incolumità finché non avrà raggiunto il suo scopo. Non a caso, il primo giovane che le manca di rispetto è trovato morto, seduto nella piazza del paese, con un fiore in bocca. Un monito all’antica, alla cui base giace un sistema di valori etici e codici morali.

La partitura di Ennio Morricone, stampata per la prima volta in cd dalla GDM, introietta la dimensione sicula della vicenda, commenta lo status dei personaggi e rafforza le loro azioni. Lo struggente tema popolare Mandolini E Chitarre, ripreso in Mandolini D’Amore e Mandolini E Chitarre (#2), è alternato al romantico Solo Per Amore per archi e pianoforte, variato con il flauto in Solo Per Amore (#2) e Solo Per Amore (#3). L’atmosfera lugubre di Gente Di Rispetto e Paese Dei Misteri è ammorbidita dall’incalzante ritmica di Gente Ipocrita, Gente Ipocrita (#2), Gente Ipocrita (#3), Passeggiata a Rischio e Appendice 1, che rimanda a quella del leitmotiv di “Indagine Su Un Cittadino Al Di Sopra Di Ogni Sospetto” (1970). Sublime l’interludio per clavicembalo e archi Appendice 2. All’interno di “Gente Di Rispetto (Colonna Sonora Originale – Edizione Speciale)” (2006) anche le quasi dissonanti Angoscia E Paura e Angoscia E Paura (#2).