Ennio Morricone – Exorcist II: The Heretic

Ennio Morricone – 'Exorcist II - The Heretic' (2021)

Georgetown, Stati Uniti. Terrificanti incubi perseguitano Regan (Linda Blair) dopo l’esorcismo in cui morirono padre Merrin (Max Von Sydow) e padre Karras (Jason Miller). La giovane è in cura presso la dottoressa Tuskin (Louise Fletcher), la cui terapia prevede l’induzione meccanica di uno stato d’ipnosi. Una trance ‘sincronizzata’. Il gesuita Lamont (Richard Burton), incaricato d’indagare sulla morte dei colleghi, raggiunge l’istituto psichiatrico e segue il trattamento a cui è sottoposta Regan, non condividendo le diagnosi. Una volta appresi i ricordi della ragazza, padre Lamont si reca in Africa per sconfiggere il demone Pazuzu, che si materializza sotto forma di sciame di locuste, scoprendo che attacca le persone che hanno capacità telepatiche. Il lungo scontro mette in crisi la fede del prete ma, dopo aver strappato il cuore dal doppelgänger di Regan, muore nel corso del terremoto ordito da Pazuzu, liberando così dal male la giovane.

Descrizione

“L’Esorcista II: L’Eretico” (1977) è il seguito de “L’Esorcista” (1973), con protagonisti la sedicenne Regan, ancora alle prese con la sua possessione demoniaca, e un nuovo coraggioso uomo di chiesa. Il lungometraggio diretto da John Boorman è ambientato quattro anni dopo le vicende tratte dal romanzo “L’Esorcista” (1971) di William Peter Blatty, non coinvolto nella produzione al pari del regista del primo capitolo del franchise, William Friedkin. Il drammaturgo William Goodhart fu incaricato di scrivere la sceneggiatura, basata sulle teorie dell’archeologo gesuita Pierre Teilhard De Chardin, ovvero colui che aveva ispirato allo scrittore statunitense il personaggio di padre Merrin. Un progetto pretenzioso rivelatosi un flop al botteghino, con incassi pari a poco più di un decimo del suo predecessore. Il thriller metafisico, altrettanto bocciato dalla critica, è fin troppo denso di simboli e di visioni a scapito dell’azione, del ritmo e dell’orrore puro.

Musica

Splendide, invece, le musiche di Ennio Morricone, ripubblicate in vinile da Jackpot Records. La tracklist de “Exorcist II: The Heretic” (2021) è introdotta da un dittico ‘dedicato’ ai due protagonisti del film, Regan’s Theme (Finale) e Pazuzu (Theme From Exorcist II). Una malinconica melodia per archi contrapposta a una demoniaca cavalcata per batteria, chitarra e pianoforte elettrico. Alternativi i vocalizzi femminili. Mentre le successive tracce Interrupted Melody (Suspended Sound) e Rite Of Magic ‘derivano’ dalle precedenti, la percussiva Little Afro-Flemish Mass sorprende l’ascoltatore con la sua progressione di canti tribali e voci disturbate. L’ipnosi è prolungata nel corso della quasi dissonante Great Bird Of The Sky e, soprattutto, di Magic And Ecstasy, brano per vibrafono dai rimandi western, tra fiati distorti e colpi di frusta. Brevi e atmosferiche Seduction And Magic, Dark Revelation ed Exorcism, accomunate da funeree note.

Acquista la colonna sonora de “Exorcist II: The Heretic”