Chris Watson – Weather Report

Chris Watson ‎– 'Weather Report' (2008)

Ol-Olool-O, The Lapaich, Vatnajökull. Tre strani titoli, o tre luoghi da visitare di questo mondo. Vita e morte, uccelli e venti. Lo scorrere delle stagioni dal Kenya all’Islanda, senza dimenticare quanto accade in Scozia. Con “Weather Report” (2008), una release Touch, Chris Watson stimola l’ascoltatore ad assorbire difficili suoni naturali che, tra le righe, coincidono a quelle grida disperate di aiuti invocati per la salvezza di quegli ambienti. L’artista britannico non è, però, intenzionato a confutare alcuna tesi e, come da copione, continua a svolgere il suo ruolo di osservatore interessato: converte, semplicemente, quanto registra sul campo durante i suoi viaggi mediante gli strumenti tecnologici offerti dalla modernità, descrivendo esotiche o liminali bellezze esteriori.

Acquista “Weather Report”