Bruno Zambrini – Scuola Di Ladri

Bruno Zambrini – 'Scuola Di Ladri (Colonna Sonora Originale)' (2016)

Un venditore ambulante, un dog sitter e una guardia giurata. Egisto (Massimo Boldi), Amalio (Lino Banfi) e Dalmazio (Paolo Villaggio) sono tre cugini ignari del loro status, riuniti dal potente zio Aliprando (Enrico Maria Salerno) per compiere un salto di qualità: diventare ricchi trasformandosi in professionisti del crimine. Zio Aliprando, paraplegico coadiuvato dal factotum Nero (Antonio Barrios), li sottopone a un duro addestramento, che comprende simulazioni di furti e finti interrogatori. Arrestati mentre svaligiavano un centro commerciale, su soffiata dello zio, i tre tornano a collaborare, inanellando un colpo dietro l’altro. L’ultimo può essere colossale: una rapina alla gioielleria Van Cleef. Dopo la fuga nelle fogne, e un travestimento da donne al termine di un evento teatrale, i tre sono narcotizzati dallo zio, affatto loro parente e fisicamente integro, da cui ricevono, attraverso una videocassetta, l’ultimo insegnamento: mai fidarsi del prossimo.

Descrizione

Tre rottami umani. Tre derelitti. Tre disgraziati condannati alla miseria eterna. E il sedicente zio, deux ex machina della sceneggiatura di Franco Castellano e Giuseppe Moccia, promotore del mestiere più bello del mondo, che può fruttare altissimi guadagni esentasse, ovvero rubare. Ladri, però, non si nasce, ma si diventa. Con metodo, abnegazione, professionalità. La prima parte di “Scuola Di Ladri” (1986), commedia di Neri Parenti, è una carrellata di divertenti gag. La seconda, invece, è fondata sull’azione: in vista del colpo grosso, la banda cerca di ottenere il calco della chiave della villa di un noto imprenditore, sottraendo l’originale alla sua colf (Barbara Scoppa), e poi d’impadronirsi di uno stock di pellicce mediante un’articolata truffa conclusa presso l’ambasciata del Lussemburgo. Soffiare la coppa del mondo dalle mani di Diego Armando Maradona la certificazione del loro status di criminali. Un film sempreverde.

Musica

La colonna sonora di Bruno Zambrini è un capolavoro. Il suo contributo elettronico, pubblicato in cd dalla Beat Records Company, coincide alla perfezione con ciascun frame della pellicola. È il caso del brano ‘ambient’ di Scuola Di Ladri – Seq. 1 (Zio Aliprando) e quello dai risvolti ‘futuristici’ Scuola Di Ladri – Seq. 12 (La Cassaforte), del ritmo trascinante della ‘motivazionale’ Scuola Di Ladri – Seq. 2 (Addestramento) e di quello serrato, declinato in chiave funk, di Scuola Di Ladri – Seq. 3 (Pratica Con Le Armi) e di Scuola Di Ladri – Seq. 7 (Furti & Truffe). Gli echi jazz di Scuola Di Ladri – Seq. 8 (Società Immobiliare) e di Scuola Di Ladri – Seq. 18 (Ladra Sexy Versione Lunga), la citazione dello score de Lo Squalo” (1975) di John Williams, ovvero Scuola Di Ladri Seq. 17 (Pericolo Grottesco), e la canzone Lady Killer, con la voce della cantante Lany Jones, completano la tracklist di “Scuola Di Ladri (Colonna Sonora Originale)” (2016). Da ascoltare in loop.

Acquista la colonna sonora di “Scuola Di Ladri”