Bruno Nicolai – The Night Evelyn Came Out Of The Grave

Bruno Nicolai – 'The Night Evelyn Came Out Of The Grave (Original Motion Picture Soundtrack)' (2016)

Il nobile inglese Alan Cunningham (Anthony Steffen) è ossessionato dal ricordo di Evelyn, l’adultera moglie defunta. Di ritorno da una clinica psichiatrica, l’uomo conduce nel suo castello alcune prostitute dai capelli rossi, come quelli di Evelyn, per torturarle e ucciderle. Innamoratosi di una spogliarellista, Gladys (Marina Malfatti), Alan Cunningham convola a nozze con lei. Il lieto fine è scongiurato dalle misteriose morti di alcuni dipendenti del maniero e, soprattutto, dall’apparizione spettrale di Evelyn, il cui corpo non è più al cimitero. L’uomo piomba nella follia ed è nuovamente internato, come previsto dal cugino George Harriman (Rod Murdock), artefice di un diabolico piano per impadronirsi dell’eredità, con la complicità di Gladys. George Harriman è, però, smascherato dal medico Richard Timberlane (Giacomo Rossi Stuart) e, al termine di una furibonda lite, cade in piscina, contaminata da soda caustica, un potente corrosivo.

Descrizione

Ambientato in Gran Bretagna, ma girato tra le ville in provincia di Vicenza, “La Notte Che Evelyn Uscì Dalla Tomba” (1971) è il primo atto del dittico a tinte fosche – il secondo è “La Dama Rossa Uccide Sette Volte” (1972) – a cura di Emilio Miraglia, abile nello spiazzare lo spettatore con gli strumenti del giallo familiare, scoprendo le carte su un intrigo a movente ereditario, con personaggi amorali. La pellicola sfoggia, inoltre, archetipi ed estetiche del gotico, al capolinea della sua stagione d’oro, inaugurata da “I Vampiri” (1957) di Riccardo Freda ed elevato da “La Maschera Del Demonio” (1960) di Mario Bava. L’armamentario scenografico del castello e le adiacenti cripte danno forma a suggestioni che trovavo coerenti sfoghi drammaturgici nell’apparizione del finto fantasma della defunta. La rappresentazione di una sessualità feticista, necrofila e sadomasochista è, invece, il punto di contatto tra un feeling vintage e un gusto pop.

Musica

La colonna sonora di Bruno Nicolai, pubblicata in doppio vinile da Death Waltz Recording Company, è aderente alle immagini sul grande schermo. Da una parte, l’emotiva Fuga Dal Manicomio (Preludio), fondato sul ripetersi sinistro e maniacale di una nota al pianoforte tra archi dissonanti, contrabbasso ed effetti al sintetizzatore; dall’altra, La Notte Che Evelyn Uscì Dalla Tomba (Titoli), romantica traccia per tromba solista e orchestra, con voce di Edda Dell’Orso, spesso alternata ad amosfere cupe. I solchi di “The Night Evelyn Came Out Of The Grave (Original Motion Picture Score)” (2016) annoverano, infatti, svariati esperimenti quasi atonali quali Il Ritratto Di Evelyn, Uccisione Della Ragazza, Fuga Dopo La Tortura, Serpente Killer, Esplorazione Della Tomba, Nella Cripta e Gladys Avvelenata. La partitura è completata da alcuni brani cantati, I Get You (Alternate Version), ballabili, Cena Per Due, e bossa, Freschi Sposi.

Acquista la colonna sonora di “The Night Evelyn Came Out Of The Grave”