Berto Pisano – Death Smiles On A Murderer

Berto Pisano – 'Death Smiles On A Murderer (Original Motion Picture Soundtrack)' (2018)

Greta (Ewa Aulin) è ospite di Walter (Sergio Doria) ed Eva (Angela Bo), presso la villa nella quale è rimasta vittima di un incidente in carrozza, che le ha causato la perdita della memoria. Il dottor Sturgers (Klaus Kinski), che conduce ricerche sulla resurrezione dei morti, è incuriosito dal monile Inca della ragazza, ma è ucciso prima che scopra la verità. Nel frattempo, Greta seduce Walter ed Eva, coinvolgendoli in un ménage à trois, ed è murata viva da quest’ultima in un sotterraneo. La donna, però, ritorna e uccide i coniugi e il servo che l’aveva protetta dal medico. Morta di parto anni prima, Greta è stata resuscitata dall’amuleto del fratello, con cui intratteneva un rapporto incestuoso. La sua vendetta è orientata nei confronti del suo seduttore, prima vittima in assoluto, e della sua progenie, tra cui Walter. Quando il commissario Dannick (Attilio Dottesio) individua la tomba vuota di Greta, sua moglie ne ha già assunto le terribili sembianze.

Nonostante il titolo, che ammicca ai gialli di Luciano Ercoli, “Death Smiles On A Murderer” (1973) si discosta nettamente dal filone argentiano. Il film di Joe D’Amato è il primo splatter romantico, un horror gotico ambientato all’alba del Novecento, con numerose citazioni letterarie, da “Carmilla” (1872) di Sheridan Le Fanu a “La Maschera Della Morte Rossa” (1842) o “Il Gatto Nero” (1843) di Edgar Allan Poe, filtrate secondo uno stile personale e una singolare ottica. Girato in economia, “La Morte Ha Sorriso All’Assassino” catturò gli spettatori dell’epoca, specialmente all’estero dove riscosse un discreto successo, generando angosce e inquietudini. Da una parte, la violenza iperrealistica; dall’altra, l’eros morboso. Nel mezzo, una narrazione fredda e distaccata, quasi documentaristica, che conferisce realismo alla vicenda, al netto dei suoi risvolti soprannaturali, e alle sequenze impressionanti dominate dal volto trasfigurato di Greta.

La colonna sonora di Berto Pisano è incentrata sul romantico tema Greta, arricchito dai vocalizzi di Edda Dell’Orso che, dopo un’introduzione rinascimentale con archi e arpa, sfoggia un arrangiamento più moderno accompagnato dal clavicembalo. Il brano è ripreso e variato dieci volte, disseminate tra i solchi del doppio vinile di “Death Smiles On A Murderer (Original Motion Picture Soundtrack)” (2018) a cura della Arrow Records. Il lato macabro della vicenda è commentato da tracce con percussioni cadenzate e accordi dissonanti di chitarra elettrica e archi. Un mix di suoni, con flauti e vibrafoni, caratterizza La Morte Ha Sorriso All’Assassino, Dr. Kinski, La Bara e Terrificanti Apparizioni. Dolorosi Ricordi E Morte Al Cimitero il culmine dell’oscurità in note, con ritmo scandito da basso e organo. Festa Per Greta e Greta È Scomparsa un valzer per grande orchestra e un inserto pianistico. Sorprendente anche la tarantella Una Splendida Festa Di Morte – Parte 1.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.