Amir Alexander – Gutter Flex EP

Amir Alexander ‎– 'Gutter Flex EP' (2012)

Il debutto è, di sicuro, fra quelli più promettenti di sempre. Il primo 12” della statunitense Argot di Steve Mizek si rivela essere un’autentico campionario delle migliori sonorità già proposte nel recente passato da Amir Alexander su altre etichette. La sua estetica, influenzata dalla doppia appartenenza alle scene di Chicago e Detroit, è ricca e risuona altrettanto forte e chiara sin dalle prime note della melodica title-track, per un cavalcata house intrisa di un mood che rimanda alla Motor City.

Psichedelica, invece, la resa sonora della successiva The Black Rain. Decisamente più effervescente Dark Dirt. La conclusione è, invece, affidata a Mystical Eroticism, dagli accordi più introversi. Un perfetto contraltare. “Gutter Flex EP” (2012) l’inizio di una bella avventura discografica. Da monitorare con attenzione nel tempo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.