Alexander Robotnick – A Coffee Shop In Rotterdam

Alexander Robotnick – 'A Coffee Shop In Rotterdam' (2008)

Maurizio Dami ha scritto una delle più belle pagine della storia italo-disco, “Problèmes D’Amour” (1983), che gli ha procurato fama e onori nell’arco di due decenni. Con l’arrivo del nuovo secolo, è tornato a pubblicare singoli come “A Coffee Shop In Rotterdam” (2008) su Endless Flight, label giapponese gestita da Toshiya Kawasaki e Kuniyuki Takahashi, valvola di sfogo delle sonorità altre non ospitate sulle ‘gemelle diverse’ Mule Electronic e Mule Musiq. Diretto seguito di “Disco Sick” (2008), la superba title-track è la seconda traccia a essere rilasciata in 12” dopo essere stata già pubblicata in “My La(te)st Album” (2007) sull’etichetta dello stesso Alexander Robotnick, ovvero Hot Elephant Music. Gli splendidi remix dei teutonici M.A.N.D.Y. enfatizzano, invece, la bassline il primo, la melodia il secondo, espandendo il formidabile set analogico.