Alexander Lewis – A Luminous Veil

Alexander Lewis – 'A Luminous Veil' (2013)

A Luminous Veil” (2013) è la release di debutto di Alexander Lewis, curioso pseudonimo dietro il quale si cela Shifted, misterioso produttore britannico. Una manciata di brani affidata alle mani dell’etichetta Blackester Ever Black, una realtà editoriale altrettanto oscura. Sei tracce di techno industriale e moderna, tra microfoni, pedali e sintetizzatori.

Descrizione

Registrato nel corso di un’unica sessione in studio, con una post-produzione ridotta praticamente all’osso, il singolo del britannico è caratterizzato da una costruzione abbastanza lineare nonostante i nebulosi feedback, appare tanto profondo quanto penetrate e, soprattutto, in continua crescita nel passaggio da una traccia all’altra.

Musica

La scarsità di elementi sonori utilizzati, se non abusati, per dare forma occulta a mezz’ora di musica è sintetizzata al meglio nell’interessante prima parte di The Third Room, in apertura di lato A, seguita dalle distorsioni noise della successiva Black Thread e dal torvo bordone destinato a detonare all’interno di Mirror Fragment.

L’autentico viaggio sonico ha, però, inizio a partire dalla sensuale She Demands Attention che segna l’avvio, inoltre, del lato B. Le alte frequenze di A Figure Moving costituiscono l’ultima boccata d’aria offerta, o concessa, all’ascoltatore prima della gelida rarefazione offerta da Winter Flower. Bianchi gli occhi. Nero il cuore.