Alessandro Alessandroni Orchestra – A Trip Around The World

Alessandro Alessandroni Orchestra – 'A Trip Around The World' (2019)

Senza nome. Senza età. Lo sguardo della donna in copertina è rivolto verso il fotografo. Alle sue spalle il mare al tramonto. Materia viva, pulsante, iridescente. Uno spazio aperto e libero che erode o travolge le barriere che l’uomo gli impone da secoli. Il mare culla della vita, sirena che illude e superficie per viaggiare intorno al mondo. A bordo di una barca, di una nave o in scia ai propri pensieri. La copertina di “A Trip Around The World” (2019), a cura della Alessandro Alessandroni Orchestra, è il biglietto da visita della ristampa Saar Records e Stella Records, etichette che avevano già realizzato l’originale (1973). L’album contiene così sia dodici brani di pregevole fattura, in bilico tra bossa nova e easy listening propri di una delle più rare library, che quella dimensione simbolica in cui ogni ascoltatore può ‘naufragare’. Persino in assenza di movimento.

Musica

L’opera dell’ensemble diretto dal polistrumentista è introdotto dall’armonica di Gianfranco Di Lelio che, nel corso della placida Oceano, accenna una melodia quasi malinconica. Mentre Everest svetta quale prima montagna di luce, basso, batteria e chitarra elevano parimenti Beach Party. Romantiche Rocking Moon e Summer Breeze, entrambe contraddistinte da un ampio ricorso alla sezione archi. Incredibile la resa sonora della cadenzata Gargano, elevata dai duetti tra basso, chitarra e clavicembalo. Il ritmo di Seven Stars rimanda al sound del Brasile ed è affiancato dal fischio del celebre ‘uomo arghilofono’ che, in My Sitar, conferma la padronanza anche di uno strumento esotico. Oltre i fonemi in libertà di Love On The Sand, il senso di attesa finanche fanciullesco che ‘emerge’ da Fishing. La conclusiva Desert Inn da riprodurre all’infinito.

Acquista “A Trip Around The World”