Alessandro Alessandroni, Amedeo Tommasi, Franco Tamponi – Biologia Marina

Alessandro Alessandroni, Amedeo Tommasi, Franco Tamponi – 'Biologia Marina' (2016)

Oceani e mari coprono più dei due terzi della crosta terrestre. E sono abitati dalla loro superficie fino all’estremo più profondo e nascosto all’occhio umano. La biologia marina è la branca della scienza che studia tutto ciò che riguarda la vita e gli organismi che vivono nei mari, sia le specie microscopiche che i giganteschi cetacei, gli animali più grandi del pianeta. All’alba degli anni Settanta, Alessandro Alessandroni, Amedeo Tommasi e Franco Tamponi hanno provato a tratteggiare un suono assente in natura, ma ispirato a essa stessa e dedicato agli ambienti sommersi. I tre musicisti hanno dato sfogo alla loro creatività per un pugno di singolari sonorizzazioni dal mood acquatico, veri e propri concept album da riscoprire con attenzione.

La ristampa di “Biologia Marina” (2016) su Intervallo è annoverabile fra questi, con dodici composizioni di musique concrète a cura di un trio di rinomati artisti. Il titolo fu pubblicato in origine dalla Rhombus (1973), label in orbita Edizioni Musicali Delfino, così come Cardium, Chic, Musical, Nereide, Spring e Weekend, parti di una piccola ‘scatola cinese’ discografica. Nel corso dello stesso anno, ognuna rilasciò, infatti, un 12” di suggestiva library music, cioè “Ittiologia”, “Scienza E Biologia”, “Insetti”, “La Natura E L’Uomo”, “Panorami Ed Effetti” e “Il Mondo Della Natura”. Autentici oggetti di collezionismo e culto, mai ristampati dalla loro prima uscita e, oggi, pronti a tornare sugli scaffali dei negozi grazie al recupero di Intervallo.

Acquario, di Alessandro Alessandroni, apre il lato A di “Biologia Marina” con un profluvio di delicati arpeggi di chitarra. Bollicine di Amedeo Tommasi vira, invece, su esperimenti più ondulatori, in aperta sintonia con il titolo della traccia, per un’atmosfera talvolta gioiosa. Segue Correnti Sottomarine, dello stesso pianista triestino, densa di mistero e suoni in caduta libera. Dopodiché, i fiati di Octopus e i proto-bordoni di Vita Abissale, due curiosi brani di Braen, alias Alessandro Alessandroni. Tale monicker è stato utilizzato con parsimonia per firmare alcuni dei suoi più interessanti progetti, dominati da una vibrante psichedelia, spesso in coppia con Raskovich, pseudonimo del compositore Giuliano Sorgini, un’altra eccellenza italica.

Braen è, però, solo un frammento di un complesso progetto a più mani, nominato The Braen’s Machine, in cui figurano quelle di Oronzo De Filippi e del maestro Piero Umiliani in “Underground” (2014) e “Temi Ritmici E Dinamici” (2015) e dello stesso Raskovich in “Quarta Pagina” (2015), pool di lavori ristampati nell’ultimo biennio dalla milanese Schema. Infine la rilassante Acque Tranquille di Atmo, cioè Amedeo Tommasi, attraversata solo da una punta di tensione, per un piccolo crescendo di toni. Il lato B sembra, poi, in ulteriore salita. C’è tensione nelle corde Mostro Marino di Alessandro Alessandroni, già uomo ‘arghilofono’ per i western di Ennio Morricone, complice anche la simulazione sonora del respiro della bestia.

Più angosciose appaiono Subsuspense e Subsuspense (2° Versione) del compianto Franco Tamponi – arrangiatore e autore di soundtrack jazz e lounge per alcuni ‘mondo movie’ a sfondo sexy – che ricorre a organo, celesta e pianoforte per caratterizzare una scia di minuti dominati dal forte senso di attesa, quasi snervante, o un susseguirsi di strati elettrici e suoni più o meno ribattuti. Se l’andatura di Stelle Marine non differisce dalle precedenti tracce, sorprende la cullante Profondità per un tema melodico segnato dal flauto. In chiusura, ancora romanticismi in note con Atlantic di Atmo, un esercizio di stile al pianoforte, quasi in disaccordo con le ombre elettroniche di “Biologia Marina” perché portatrice di un bagliore di luce tanto improvviso quanto gradito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...