Alessandro Alessandroni – Alessandro Alessandroni

Alessandro Alessandroni – 'Alessandro Alessandroni' (2020)

Roma, metà anni Sessanta. Alessandro Alessandroni e altri solisti ingaggiano una discussione a casa di noto maestro. Essere turnisti è appagante, ogni sessione di registrazione si trasforma in una sfida con gli altri orchestrali, specie quelli provenienti dai conservatori, e le musiche da eseguire sono sempre diverse. Eppure lavorare tanto non basta. I guadagni di un autore continuano a essere maggiori rispetto quelli di un musicista. Il compositore accoglie le lamentele altrui e sprona gli ospiti, invitandoli a mettersi in proprio. È l’inizio di un’altra carriera. Il chitarrista e ‘uomo arghilofono’ per la ‘trilogia del dollaro’ di Sergio Leone ha quarant’anni e, oltre alle colonne sonore, inizia a scrivere quella che ha definito “musica un tanto al chilo”, guadagnandosi presso gli studi RCA l’appellativo de “l’Ennio Morricone delle sonoriazzioni”. Centinaia le sue incisioni.

La release “Alessandro Alessandroni” (2020), ristampata dalla Sonor Music Editions e meglio nota come ‘la farfalla’, è forse la più celebre fra tutte, oltre che una delle più ricercate dai collezionisti, in termini di stampa originale della SR Records (1971). Il perché è facilmente intuibile. L’album è un caleidoscopio di luci, stili, colori. Brani come Invention, Discovery ed Evolution introiettano pulsioni beat. Flautiana e Flautando In Tre, contraddistinte da un differente ricorso al flauto, tratteggiano con delicatezza atmosfere in orbita easy listening. Il lato romantico dell’opera è, invece, esplicitato da La Collina Dell’Amore e, soprattutto, dal continuum del trittico Acque Azzurre. Mentre Cielo Giallo introietta lo zeitgeist western, le voci de I Cantori Moderni Di Alessandroni, dopo aver rimarcato le tensioni sottese di Richiamo, punteggiano la sognante On The Boat.